Random quote: A parte noi solo i bambini di 7 anni facevano la gara a chi era più veloce a scendere, ma si sa a noi alfisti non basta partecipare! (emi al secondo raduno ligure)
- (Added by: sgatto)
Sezione Mondo Alfa Romeo :: Forum "Fiat Notizie"

Topic: FIAT - Azienda e mercato

Moderatori: Amministratori, Moderatori
Zagor
Inserito 2/8/2010 4:09 PM (#284604 - in reply to #284474)

147 Owner
"Detentore del cucchiaio d'oro"
Utente del mese Novembre 2007


Posts: 3783
1.616,68 ore

20001000500100100252525

Cagliari

sgatto - 1/8/2010 7:59 PM
...il piano industriale attuale per l'Alfa è decente...

Insomma, un futuro di semi-utilitarie e surrogati americani. E la Lancia? In Fiat si devono essere dimenticati di questo marchio...

 ...oggi siamo saturi. quando non ci saranno più mercati emergenti faremo un grande botto. e magari un'altra grande guerra.

Per quanto riguarda le auto (ma credo valga per qualsiasi altro bene) è verissimo che siamo saturi, ma il benessere ci permette di "consumarle" sempre in minor tempo e quindi si prospetta una vita delle stesse più breve. Un tempo l'auto si teneva mediamente 10-15 anni, ora la media è di 7-10 anni. Anche gli stessi modelli vanno in pensione prima, lasciando lo spazio ai nuovi. Quello che forse stà diminuendo è il benessere ed è proprio questo il problema. Finquando il benessere è spalmato, tutti hanno la possibilità di cambiare auto (o quello che sia) spesso, se invece si diminuiscono i salari, l'economia frena e lo stesso operaio, prima di investire in un auto ci pensa due volte. Così le fabbriche diminuiscono i volumi e licenziano, una sorta di gatto che si morde la coda.

sgatto
Inserito 2/8/2010 4:42 PM (#284617 - in reply to #284604)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,20 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
Zagor - 2/8/2010 4:09 PM
una sorta di gatto che si morde la coda.


è esattamente quello che penso io. e la causa di questo circolo non è ne l'industria, ne la politica ne l'economia. è la società.
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
Alpha
Inserito 2/8/2010 5:28 PM (#284633 - in reply to #284617)


Moderatore
1.9 JTDM Owner
Grigio stromboli
"Divoratore professionista"
Utente del mese Gennaio 2010

Posts: 2736
3.055,37 ore

200050010010025

Somewhere nearby the Eternal City...
sgatto - 2/8/2010 4:42 PM
Zagor - 2/8/2010 4:09 PM
una sorta di gatto che si morde la coda.


è esattamente quello che penso io. e la causa di questo circolo non è ne l'industria, ne la politica ne l'economia. è la società.


Aaahh, quindi in realtà è uno Sgatto che si morde la coda!!!
Ok, ok, mi censuro da solo, ma la tentazione è stata irresistibile...
Album: ~ Installazione Xenon aftermarket ~ Installazione Cruise Control - D001 non cablato ~ La Braciolata di Luglio 2010
cuoresportivo86
Inserito 2/8/2010 6:06 PM (#284642 - in reply to #248358)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9220
1.700,43 ore

500020002000100100

Taranto
Avete letto l'intervista a Wester?

- Riconfermate le oramai note modifiche in extremis fatte all'assetto di Giulietta, per rendere la vettura più confortevole. Secondo lui si può creare una vettura particolarmente sportiva senza farla ipernervosa.
- La clientela degli sportivi puri si sta restringendo, quindi quello che sta facendo lui non è un riposizionamento quanto un allargamento del bacino dei clienti potenziali, creando auto buone anche per la famiglia.
- Mito è un'ottima auto, però non attrae una fascia di clientela sufficientemente ampia, per questo, se potesse tornare indietro, non riapproverebbe l'investimento. Per questo lui farebbe (cioè farà) una 5 porte, che si interfaccia meglio col pubblico femminile, che costituisce il 40% degli acquirenti di quel segmento.
- Alla domanda le donne cosa vogliono risponde: Un compromesso più bilanciato tra confort e fruibilità. 5 porte e non allestimenti così scuri () come Mito, ma più freschi e solari ()
- Alfa Romeo non è Ferrari o Maserati, non si può investire nel B e nel C per poi fare piccoli numeri. Servono almeno 300K auto/anno solo con questi due segmenti.
- Afferma chiaramente che il concorrente naturale è Volkswagen, non BMW, non Audi, proprio VW.
- I modelli per il 2012 hanno congelato il briefing e sono ai primi bozzi di design: la parola d'ordine per Giulia è sport e praticità.
- Rispetto alla Jeep la SUV Alfa avrà un 4x4 meno specialistico e conta di venderne 80/100K l'anno.
- I soldi per i prodotti ci saranno, ma bisogna focalizzarsi più su quello che è veramente necessario: 2012 SUV e Giulia, Spider e altri prodotti solo dopo il 2013

- Passando a Maserati: 4Porte nel 2012 esattamente come l'attuale + V6 derivazione Pentastar.
- La "piccola" dovrà fare almeno 20K unità annue, sarà dotata pure lei del V6 e avrà pure il diesel VM, che, invece, non sarà montato su 4porte. La base è la 300C (ca va sans dire).
- Il V6 sarà un'esclusiva Maserati: con il Pentastar condivide solo il basamento ed erogherà più di 400CV.

- La 5oo elettrica è un'esigenza americana, entro il 2012 ogni costruttore dovrà presentare una zero-emission, che poi non fa altro che spostare a monte della filiera l'emissione di CO2.

- Il rendimento del termico può aumentare ed avvicinarsi al 40% teorico. E a questo punto tira fuori l'arma letale: immaginate una Giulietta col bicilindrico a metano turbo: avrebbe prestazioni di tutto rispetto!
- Quanti cavalli avrà? 105.


Naturalmente si capisce bene che Alfa è considerata sempre meno, pure il 4x4 meno sofisticato dobbiamo avere.......e interni meno scuri perchè mettono paura misà Praticamente Alfa Romeo sta diventando un marchio per le donne e per i generalisti..............

Spero solo che presto si accorgeranno della brutta strada che hanno preso e che falliscano
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
urbi
Inserito 3/8/2010 9:26 AM (#284744 - in reply to #284642)


1.9 JTDM SW Owner
Partecipazione ai raduni
Posts: 1163
672,98 ore

10001002525

Perugia

cuoresportivo86 - 2/8/2010 6:06 PM
Avete letto l'intervista a Wester?

- Riconfermate le oramai note modifiche in extremis fatte all'assetto di Giulietta, per rendere la vettura più confortevole. Secondo lui si può creare una vettura particolarmente sportiva senza farla ipernervosa.
- La clientela degli sportivi puri si sta restringendo, quindi quello che sta facendo lui non è un riposizionamento quanto un allargamento del bacino dei clienti potenziali, creando auto buone anche per la famiglia.
- Mito è un'ottima auto, però non attrae una fascia di clientela sufficientemente ampia, per questo, se potesse tornare indietro, non riapproverebbe l'investimento. Per questo lui farebbe (cioè farà) una 5 porte, che si interfaccia meglio col pubblico femminile, che costituisce il 40% degli acquirenti di quel segmento.
- Alla domanda le donne cosa vogliono risponde: Un compromesso più bilanciato tra confort e fruibilità. 5 porte e non allestimenti così scuri () come Mito, ma più freschi e solari ()
- Alfa Romeo non è Ferrari o Maserati, non si può investire nel B e nel C per poi fare piccoli numeri. Servono almeno 300K auto/anno solo con questi due segmenti.
- Afferma chiaramente che il concorrente naturale è Volkswagen, non BMW, non Audi, proprio VW.
- I modelli per il 2012 hanno congelato il briefing e sono ai primi bozzi di design: la parola d'ordine per Giulia è sport e praticità.
- Rispetto alla Jeep la SUV Alfa avrà un 4x4 meno specialistico e conta di venderne 80/100K l'anno.
- I soldi per i prodotti ci saranno, ma bisogna focalizzarsi più su quello che è veramente necessario: 2012 SUV e Giulia, Spider e altri prodotti solo dopo il 2013

- Passando a Maserati: 4Porte nel 2012 esattamente come l'attuale + V6 derivazione Pentastar.
- La "piccola" dovrà fare almeno 20K unità annue, sarà dotata pure lei del V6 e avrà pure il diesel VM, che, invece, non sarà montato su 4porte. La base è la 300C (ca va sans dire).
- Il V6 sarà un'esclusiva Maserati: con il Pentastar condivide solo il basamento ed erogherà più di 400CV.

- La 5oo elettrica è un'esigenza americana, entro il 2012 ogni costruttore dovrà presentare una zero-emission, che poi non fa altro che spostare a monte della filiera l'emissione di CO2.

- Il rendimento del termico può aumentare ed avvicinarsi al 40% teorico. E a questo punto tira fuori l'arma letale: immaginate una Giulietta col bicilindrico a metano turbo: avrebbe prestazioni di tutto rispetto!
- Quanti cavalli avrà? 105.


Naturalmente si capisce bene che Alfa è considerata sempre meno, pure il 4x4 meno sofisticato dobbiamo avere.......e interni meno scuri perchè mettono paura misà Praticamente Alfa Romeo sta diventando un marchio per le donne e per i generalisti..............

Spero solo che presto si accorgeranno della brutta strada che hanno preso e che falliscano

I miei commenti si riferiscono alle parti evidenziate:

1)Il concorrente naturale di vk è Lancia, non Alfa Romeo, ma il marchio Lancia lo hanno già sputtanato quindi...
2)Il 4X4 avrà una trasmissione meno specialistica, questo è sensato; vogliono fare un suv non un fuoristrada (quindi niente marce ridotte, forse terrano i blocchi ai differenziali)
3) 100.000 unità in un anno? potrei sapere cosa fumano prima di fare le previsioni di vendita?
4)I soldi per i prodotti non ci sono, fiat è il gruppo che rinnova meno i propri prodotti (sia come nuovi modelli che come restiling)
5)Il V6 "Maserati", cosa intendono con basamento? usato dai "commerciali" è un termine troppo generico.

Lazza
Inserito 3/8/2010 10:38 AM (#284765 - in reply to #284642)


2.4 JTDM Q Owner
Grigio stromboli
"Mr. Lazza"
Utente del mese Ottobre 2007

Partecipazione ai raduni
Posts: 4754
1.621,97 ore

200020005001001002525

Verona

cuoresportivo86 - 2/8/2010 6:06 PM
Spero solo che presto si accorgeranno della brutta strada che hanno preso e che falliscano

Se dovesse accadere prenderebbero sicuramente te come curatore fallimentare

Album: ~ 159 Sportwagon 2.4JtdM Qtronic ~ 500 1.3mjt Lounge
cuoresportivo86
Inserito 3/8/2010 4:05 PM (#284848 - in reply to #284765)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9220
1.700,43 ore

500020002000100100

Taranto
Lazza - 3/8/2010 10:38 AM

Se dovesse accadere prenderebbero sicuramente te come curatore fallimentare



A te invece come addetto al ripristino del buon umore viste le battutine che fai

Comunque riporto l'intervista per intero, l'ho trovata ora (cosi capite meglio in che mani siamo )

In concomitanza con i festeggiamenti del centenario dell'Alfa Romeo, Quattroruote ha intervistato Harald Wester, Amministratore Delegato di Abarth, Maserati e - dallo scorso gennaio - anche di Alfa Romeo, nonché numero due di Fiat Automobiles, per parlare di come rivoluzionerà Alfa e Maserati:

# L'impressione è che, con la Giulietta, l'Alfa si stia riposizionando: non più soltanto sport, ma abitabilità, cinque stelle Euroncap, confort, tanto confort...
"Sul confort abbiamo fatto delle ritarature piuttosto in là nel processo di sviluppo, perché sono fermamente convinto che si possa dare una caratteristica particolarmente sportiva, come l'inserimento in curva molto diretto, pur non creando una macchina ipernervosa e pur garantendo un alto livello di confort che non sia soltanto accettabile, Anzi, che sia - assieme al livello di dinamica di marcia - nella fascia alta."

# Quindi c'è questo riposizionamento o no?
"Non so se possiamo chiamarlo così, però la vostra impressione è vera.Oggi l'area di mercato delle pure sportive, della gente di auto, si sta restringendo. Quindi, non andiamo a snaturare l'Alfa; semmai, portando avanti entrambe le esigenze - sportività e praticità - il bacino dei clienti potenziali si fa più ampio, allargandosi anche a chi cerca un'ottima auto di famiglia."

# E' questo che vi spinge a fare una MiTo a cinque porte nel 2013?
"Certo. Parliamo di business: la MiTo è un'ottima macchina, però... C'è un però: se guardo la sua fascia di mercato in Europa e verifico chi compra che cosa, devo concludere che con l'offerta della MiTo attuale posso parlare a circa un quarto dei clienti di queste automobili.
Ora, se qualcuno mi chiede se rinnoverei un investimento alle stesse condizioni, direi: no. Farei una macchina in grado di rivolgersi ad una clientela potenziale molto più ampia. Ciò significa una carrozzeria anche a cinque porte, significa considerare molto di più anche un pubblico femminile, che costituisce il 40% degli acquirenti di quella fascia."

# E loro, le donne, che cosa vogliono?
"Un compromesso più bilanciato tra dinamica, confort e fruibilità. Cinque porte e anche allestimenti non così scuri come quelli della MiTo, ma più freschi e solari."

# Questo è compatibile con l'identità Alfa?
"L'Alfa Romeo non è la Ferrari o la Maserati, non posso permettermi di fare investimenti nei segmenti di grandi volumi in Europa, il B e il C, quelli della MiTo e della Giulietta, e poi far finta di essere un costruttore di nicchia. Non c'è alcun concorrente che non faccia cumulativamente almeno 300 mila auto all'anno. Soltanto con questi due prodotti."

# In tal modo il concorrente diretto dell'Alfa chi sarebbe?
"Non avrei dubbi è certamente Volkswagen. Il marchio Volkswagen, intendo. Non BMW, non Audi: Volkswagen."

# Non c'è il rischio che, con la priorità di risanare Chrysler, il focus sia sul Nordamerica e che i clienti Alfa e anche Lancia si trovino con modelli che non sono esattamente quel che cercano?
"Tutte le Alfa fino alle medie-superiori sono realizzate sulla piattaforma Compact, che abbiamo sviluppato noi, la stessa della Giulietta, che ne costituisce la prima applicazione. L'oggetto è piuttosto flessibile e complesso e permette di variare passo, lunghezza, sbalzi..."

# I modelli attesi per il 2012 sono pronti a partire, no?
"Abbiamo congelato il briefing e siamo alle prime attività di design. Non posso anticipare nulla, se non che si può applicare alla Giulia, per esempio, il discorso fatto con la Giulietta: sport e praticità."

La Suv media sarà sul pianale Compact, da cui farete anche la Jeep che rimpiazzerà Patriot e Compass? E quante pensate di venderne?
"Sì. Ma per la Jeep pensiamo a un sistema 4x4 in una variante più orientata al fuoristrada, mentre chi compra un Suv in Europa non è necessariamente così specialistico. Di Suv Alfa ne faremo 80-100 mila all'anno."

# La sensazione sull'Alfa è che abbia avuto un po' il complesso del «vorrei ma non posso»: grandi opportunità e mai risorse sufficienti per coglierle. Adesso, con il nuovo approccio, i soldi ci saranno?
"Sì, ci saranno. Ma, nell'ordine, si deve definire la realtà in cui si muove il marchio, e lo abbiamo fatto, poi impostare la direzione e anche questo è stato fatto. Adesso bisogna raccogliere decisamente di più dalla gamma che abbiamo, grazie a MiTo e Giulietta. Poi, nel 2012, avremo i lanci di Suv e Giulia, che devono portare l'Alfa a un altro livello di volumi. Solo dopo - e siamo al 2013 - arriverà la nuova Spider e magari qualche altro prodotto. I sogni bisogna un po' guadagnarseli!"

# Che bisogno c'era di una Maserati piccola?
"Premesso che non sarà così piccola, Maserati sta facendo bene con la Granturismo e la Quattroporte attuale. Quella nuova sarà pronta nel 2012 e il suo posizionamento non cambierà. Quindi, c'è spazio per un modello al di sotto."

# Che ambizioni avete in termini di volumi?
"Della segmento E, o piccola come dite voi, puntiamo a venderne circa 20 mila all'anno. Ma già con la nuova Quattroporte da sola intendiamo superare il picco finora raggiunto dall'intera marca, cioé 8-9 mila unità."

# E come se il posizionamento non cambia?
"Oggi la Quattroporte ha un solo motore, il V8 nelle varianti da 4.2 e 4.7 litri. Quella nuova avrà due motorizzazioni e la versione d'ingresso sarà più accessibile."

# Sì, quella con il V6 Pentastar di Chrysler...
"Ma di quel motore non resta praticamente niente, se non il basamento. Lo stiamo rifacendo tutto, con un grosso investimento: sarà biturbo, erogherà più di 400 CV. Un motore sofisticato che Maserati avrà in esclusiva."

# La Quattroporte prenderà anche il V6 turbodiesel VM?
No, non ci sarà sulla Quattroporte. Ci sarà un turbodiesel su quella che voi chiamate piccola o Maseratina.

# E saranno entrambe su base Chrysler C300?
"Basta con questa storia! Le comunanze tra una Maserati e una Chrysler sono infinitamente minori di quelle, per intenderci, tra una Bravo e una Delta. La Maserati vive su un suo propulsore, un suo cambio, sospensioni, dinamica di marcia... "

# Corsa all'elettrico: Fiat sembra in grave ritardo.
"Sapete quante elettriche sono state vendute l'anno scorso a livello globale? Duemilacento. E dovrebbero avere un impatto sul nostro business? Fa ridere, sono sciocchezze!"

# Perché avete fatto la 500 elettrica, allora?
"Per un'esigenza americana: entro il 2012 ogni costruttore deve presentare qualcosa a «zero emission». In sostanza, hanno deciso di premiare chi porta le emissioni dallo scarico alle centrali termiche! Se teniamo conto del mix con cui viene prodotta l'energia in Europa, si avrà un punto di pareggio, in termini di emissioni di CO2, dopo 28 mila km, in America dopo 50 mila. E se voglio affondare il pianeta devo elettrificare la Cina! Da loro - finché produrranno l'energia da centrali termiche, in prevalenza a carbone - un'auto elettrica emette (sempre considerando tutta la filiera) 195 grammi di CO2 al km!"

# Però è vero che il rendimento di un motore termico non potrà mai essere portato oltre certi limiti...
"Vero, il rendimento termico di un motore a combustione è solo del 40%. Però c'è una buona notizia: quello effettivo oggi è del 20% circa. Quindi c'è spazio per avvicinare il rendimento reale a quello teorico. Immaginate una Giulietta con un bicilindrico a metano turbo: avrebbe prestazioni di tutto rispetto."

# Quanti CV?
"Centocinque. Andrebbe che è una meraviglia!"

Come vedete............questo sta parecchio male. Solo Marchionne poteva prenderselo a suo fianco..........


Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
urbi
Inserito 3/8/2010 4:20 PM (#284852 - in reply to #284848)


1.9 JTDM SW Owner
Partecipazione ai raduni
Posts: 1163
672,98 ore

10001002525

Perugia
Mi auto cito: "Fiat: in vent'anni dal busso al bicilindrico"
cuoresportivo86
Inserito 3/8/2010 4:39 PM (#284858 - in reply to #284852)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9220
1.700,43 ore

500020002000100100

Taranto
urbi - 3/8/2010 4:20 PM
Mi auto cito: "Fiat: in vent'anni dal busso al bicilindrico"


Che tristezza.................ma sai cos'è, per i V6 e i V8 c'è Audi o BMW, perchè toglierli clienti?

In fondo noi siamo concorrenti a VW......mica a loro.............l'ha detto Wester eh
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
sgatto
Inserito 3/8/2010 4:56 PM (#284867 - in reply to #284858)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,20 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
non vorre fare l'avvocato del diavolo ma...

qualcuno di voi ha mai letti i dati del pentastar ? o guidato un'auto con quel motore ?

io non mi metterei a piangere così presto fossi in voi!
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
urbi
Inserito 3/8/2010 5:30 PM (#284871 - in reply to #284867)


1.9 JTDM SW Owner
Partecipazione ai raduni
Posts: 1163
672,98 ore

10001002525

Perugia

sgatto - 3/8/2010 4:56 PM
non vorre fare l'avvocato del diavolo ma...

qualcuno di voi ha mai letti i dati del pentastar ? o guidato un'auto con quel motore ?

io non mi metterei a piangere così presto fossi in voi!

Per il momento sappiamo solo che:
il bicilindrico l'avremo di sicuro sul pentastar non sappiamo ne quando ne cosa arriverà
la ricerca del V6 biturbo (pensato per sostituire il Busso) andrà a potenziare il pentastar destinato a maserati
direi che c'è di che pensare male.



Edited by urbi 3/8/2010 5:35 PM

cuoresportivo86
Inserito 3/8/2010 5:46 PM (#284875 - in reply to #248358)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9220
1.700,43 ore

500020002000100100

Taranto
Ma chi cazz se la compra una segmento C col bicilindrico e 105cv?????

Che piccoli che sono............
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
Zagor
Inserito 3/8/2010 10:24 PM (#284950 - in reply to #284867)

147 Owner
"Detentore del cucchiaio d'oro"
Utente del mese Novembre 2007


Posts: 3783
1.616,68 ore

20001000500100100252525

Cagliari

sgatto - 3/8/2010 4:56 PM
qualcuno di voi ha mai letti i dati del pentastar ? o guidato un'auto con quel motore ?

Non so niente del pentastar, ne l'ho mai guidato, però prendere motori stranieri e italianizzarli è un'esperienza già fatta con i gm e holden, che per quanto potessero essere buoni, non erano "caldi" ne apprezzati come quelli della vecchia guardia

sgatto
Inserito 4/8/2010 4:31 AM (#284965 - in reply to #284950)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,20 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
l'installazione del 3.2 sulla famiglia 159 ha avuto esito pessimo. eppure se guardassimo i freddi dati del vecchio 3.2 e del 3.2 gm non mi sembra proprio che potremmo concludere che l'intenzione fosse sbagliata. sicuramente anche fosse stato un missile, alcuni avrebbero sempre detto che era meglio il vecchio 3.2, ma amen.

ma a parte questo: non esiste da quanti decenni un team di sviluppo motori Alfa Romeo ? cambia molto prenderli da fiat o da chrysler o da tata ? sempre motori non Alfa sono. e fiat non è mai stata un fulmine di guerra sulle "grosse" cilindrate (anche se chiamarle grosse fa sorridere....)
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
marco1975
Inserito 4/8/2010 3:05 PM (#285017 - in reply to #248358)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3696
809,17 ore

20001000500100252525

parigi / ginevra / cuneo

Ma siamo alle solite... tutti a pretendere V6 Alfa ma poi nessuno che lo comprerebbe.

Un po' di buon senso, quel che ci serve e' il V6 turbodiesel, che a quanto pare sara' VM e non Fiat Powertrain. Con 250cv e la trazione integrale mi interessa eccome.

Alfa 159 FOREVER

Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
sgatto
Inserito 4/8/2010 3:29 PM (#285028 - in reply to #285017)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,20 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
hai ragione, un v6 diesel sarebbe la svolta. ma comunque a listino una versione benzina con grossa cilindrata/potenza ci vuole. per l'immagine e per l'america.

dal canto mio, la prossima Alfa avrà cubatura decisamente contenuta. e sarà benzina.
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
Zagor
Inserito 4/8/2010 3:40 PM (#285031 - in reply to #284965)

147 Owner
"Detentore del cucchiaio d'oro"
Utente del mese Novembre 2007


Posts: 3783
1.616,68 ore

20001000500100100252525

Cagliari

sgatto - 4/8/2010 4:31 AM
...e fiat non è mai stata un fulmine di guerra sulle "grosse" cilindrate...

Adesso non esageriamo. La Fiat ha (scusate il termine, ma è necessario ) cagato in testa a molti costruttori nelle cilindrate a benzina fino ai 2400cc (3200cc se consideriamo anche le ultime messe a punto del Busso o il jts australiano). A livello europeo, a parte qualche blasone tedesco (i Bmw e qualche raro pezzo del gruppo VW), gli altri sono sempre stati indietro. Dal mitico bialbero di Lampredi all'ultimo 1.8T siamo sempre stati tra i migliori.

Purtroppo come V6 la Fiat, negli ultimi trent'anni, se non sbaglio, si è sempre affidata al Busso (ad eccezione del 2,8 montato sulla Thema 1a serie di origine PSA)  ma non ha neanche mai avuto auto che potessero permetersi cubature maggiori.

sgatto
Inserito 4/8/2010 3:48 PM (#285034 - in reply to #285031)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,20 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
ma per "grosse" intendevo appunto 3.2, 3.6....

se un 1.8 è grosso... la mia swift è di rappresentanza !
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
Zagor
Inserito 4/8/2010 3:53 PM (#285037 - in reply to #285034)

147 Owner
"Detentore del cucchiaio d'oro"
Utente del mese Novembre 2007


Posts: 3783
1.616,68 ore

20001000500100100252525

Cagliari

sgatto - 4/8/2010 3:48 PM
ma per "grosse" intendevo appunto 3.2, 3.6....

Immaginavo... ma dove lo avresti voluto mettere un 3.6 "fulmineo" in Fiat? Già la Thema si disfava con l'8.32 (3000)... forse in qualche mezzo Iveco ...

cuoresportivo86
Inserito 8/8/2010 5:51 AM (#285500 - in reply to #283168)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9220
1.700,43 ore

500020002000100100

Taranto
Zagor - 23/7/2010 4:28 PM

...e intanto la demolizione della Fabbrica Italiana Automobili Torino continua. Di italiano c'è ormai ben poco e ancora meno c'è a Torino. Ma continuo a non capire perchè gli italiani, ne vedo purtroppo moltissimi anche in questo forum, sono contenti che vengano licenziati gli operai italiani per fare spazio a stranieri. Non capisco perchè anzichè comprare direttamente auto tedesche, francesi, vietnamite o quelle che siano, vogliono auto "italiane" costruite in culo al mondo. Che senso ha?!?



Un'auto è italiana nella sostanza, non dove è costruita. Se l'auto monta motori italiani (con tecnologia intendo, perchè il pezzo Bosch per esempio non incide), è progettata in Italia, la sviluppano insomma in Italia, be direi che ci siamo, e chi se ne frega se la fanno in USA o in Alaska. Anche perchè la fabbrica puo essere italiana ma l'operaio turco, quindi non si avrebbe mai un'auto italiana.........quello che conta è altro.

Anche le Audi o le Mercedes vengono fatte in USA o comunque fuori dalla Germania (alcuni modelli), ma montano motori tedeschi e quant'altro sviluppato comunque da loro in Germania.

urbi - 24/7/2010 12:37 AM

marchionne da emerito @#@#@@@# ha rilasciato un intervista in cui non ha perso l'occasione di indebolire ancora i sindacati perchè vuole forzare ancora di più la mano ai dipendenti rimasti, quello che è strano e che voi lo ancora lo ascoltiate, ormai di cavolate ne avete sentite parecchie.


E' quello che mi chiedo anche io..........



naglio - 24/7/2010 4:09 AM
E chissà perchè però le Audi vendute in tutto il mondo le fanno solo in germania.


Come ho detto su, mi pare proprio di no. Alcuni modelli vengono assemblati altrove, mi pare proprio in America (anche per il mercato Europeo).
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
cuoresportivo86
Inserito 8/8/2010 5:51 AM (#285501 - in reply to #283985)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9220
1.700,43 ore

500020002000100100

Taranto
sgatto - 29/7/2010 8:22 PM


sulla delta... mah... le dimensioni ci sono, forse anche gli interni. manca una linea da maledetta berlina classica. da lancia insomma. l'avesse avuta... in giro sarebbe pieno di delta (o magari, più propriamente, thema).


Hanno sbagliato il design del muso, di profilo credo si noti troppo lo sbalzo anteriore (certo lo hanno anche altre auto come la 159, ma li il design è indiscutibile e nessuno critica), ha il posteriore di una Y che su un'auto cosi è bruttino, e infine cosa piu grave, hanno praticamente messo il cruscotto della Bravo..........Come al solito in Fiat non sanno ricarrozzare per niente Se lo avesse fatto VAG, l'avrebbe fatto sicuramente meglio, per non far respirare troppo la puzza di Bravo, che il cliente Lancia eviterebbe volentieri.........sappiamo tutti come in VAG siano bravi a nascondere le auto che hanno in comune meccanica e telaio; cambiano quasi tutto esteticamente............E' questa è una delle cose che in Fiat devono imparare...

sgatto - 1/8/2010 7:59 PM
il piano industriale attuale per l'Alfa è decente e mi sembra che non preveda la "chiusura" di stabilimenti.



Stai scherzando spero...!! Per te togliere le 2 coupè (GT e Brera) e la Spider, che sono il cuore del marchio Alfa (come modello di auto intendo), e fare 2 SUV (ammesso che li facciano) che come modello di auto non centra na mazza con Alfa, è un piano decente?


Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
sgatto
Inserito 8/8/2010 6:19 AM (#285503 - in reply to #285501)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,20 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
Questo il piano

Entrano:
  • MiTo 5 porte - lancio nel 2013 con commercializzazione anche in USA, Canada e Messico
  • Nuova Giulia berlina e SW - lancio nel 2012 (inizialmente si affiancheranno alla 159) con commercializzazione anche in USA, Canada, Messico. Sarà l'auto che segnerà il ritorno del marchio in America.
  • Nuova Suv di segmento C - prodotta da Chrysler, lancio nel 2012 e commercializzata anche in USA, Canada e Messico
  • Nuova Suv di segmento D - prodotta da Chrysler, lancio nel 2014 e commercializzata anche in USA, Canada, Messico
  • Nuova Spider - sviluppata su piattaforma Chrysler, lancio nel 2013 e commercializzata anche in USA, Canada e Messico
Restyling:
  • MiTo - restyling nel 2012
  • Giulietta - restyling nel 2014 anno in cui sarà commercializzata anche in USA, Canada, Messico
Escono:
  • Brera/Spider - termina produzione nel 2011
  • GT - termina produzione nel 2010
  • 159 - termina produzione nel 2012
Quindi avremo questa gamma:
  • B - Mito 3 e 5 porte
  • C - Giulietta, SUV
  • D - Giulia, SUV
  • Sportive - Spider
ad oggi non è prevista una coupè. Che è l'unico tipo di auto "in meno" che avremo in gamma. Ed avremo una B 5 porte e due SUV in più. Il tutto venduto in un continente in più.

A occhio mi sembra meglio di prima.
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
sgatto
Inserito 8/8/2010 6:24 AM (#285504 - in reply to #285500)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,20 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
Zagor - 23/7/2010 4:28 PM

Non capisco perchè anzichè comprare direttamente auto tedesche, francesi, vietnamite o quelle che siano, vogliono auto "italiane" costruite in culo al mondo. Che senso ha?!?


Spiegazione: in Italia si pensano auto favolose e si costruiscono auto appena decenti.

Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
cuoresportivo86
Inserito 8/8/2010 6:27 AM (#285505 - in reply to #248358)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9220
1.700,43 ore

500020002000100100

Taranto
Riporto anche qualche notizia che puo interessare...........Comincia a girare voce che Marchionne andrà via molto presto Io spero presto, e con lui i suoi discepoli come Wester.......Magari se ne vanno in America a gestire Chrysler e basta.....

Fiat: l'oro di Marchionne non luccica più


La vicenda Pomigliano mette a nudo la realtà di una Fiat criticata da media, mondo politico, opinione pubblica.

Gioca l’Italia, noi vorremmo lavorare e invece c’è la cassa integrazione”. In questo striscione comparso ieri in concomitanza con l’inizio della partita dellaNazionale con la Slovacchia per i mondiali in Sudafrica, e firmato dai lavoratori di Termini Imerese c’è tutto l’assurdo di una situazione, quella di Fiat, che sta diventando sempre più surreale. Proprio ieri è cominciato il primo dei quattro giorni di cassa integrazione per tutti gli operai di Termini Imerese. L’iniziativa è stata organizzata da Fim, Fiom e Uilm, in risposta all’amministratore delegato del Lingotto, Sergio Marchionne, che nei giorni scorsi aveva criticato gli operai di Termini Imerese accusandoli di avere scioperato solo per potere vedere in Tv la partita di calcio Italia-Paraguay.


ANDARE AVANTI, COMUNQUE – La battaglia di Pomigliano, che ha impegnato la Fiat in una strategia mediatica oltre che industriale, vede uscire i vertici di Torino con le ossa rotte. Partita con l’appoggio del governo, dei giornali e persino della Cgil, la guerra di Sergio si è infranta su quella percentuale, il 62% di sì e il 38% di no, ottenuta dalla Fiom contro tutti i pronostici (e a dispetto dei Tg del giorno prima, dove tutti gli operai intervistati dicevano che avrebbero votato sì e si auguravano un’adesione tra il 70 e l’80%), e soprattutto sul comunicato successivo, dove la Fiat diceva che avrebbe lavorato soltanto con quelli che hanno firmato l’intesa. Un comunicato stigmatizzato persino dal ministro Maurizio Sacconi: “Il risultato è molto chiaro, ora bisogna procedere. Non voglio nemmeno pensare ad un’ipotesi diversa, non ce ne sono le ragioni e sarebbe un’ipotesi assurda e molto grave”. Il riferimento, stante la polemica continua del responsabile del Welfare con la Fiom, è invece da leggere tra le righe: niente piani B o C, come sembrava si ventilasse dalle parti di Torino quando sono usciti i (deludenti) risultati del referendum.


CUI PRODEST? – Ma soprattutto, quello che sembra cambiato nel breve lasso di tempo, è l’atteggiamento dell’opinione pubblica nei confronti della Fiat. Vittorio Feltri, nel suo editoriale di prima pagina, lancia la proposta di «adottare la formula Alitalia. E cioè istituire una nuova società e riassumere soltanto il personale che sottoscrive il contratto con le clausole considerate qualificanti e irrinunciabili». Ma il Giornale, anche tra i quotidiani di centrodestra, è l’unico a schierarsi al fianco di Marchionne. Libero, tra le altre cose, fa notare: «Se salta tutto la grana è in mano al governo». Tra i giornali di area di centrosinistra, la posizione è netta nel richiamare Marchionne: “Il dovere della Fiat”, è il titolo del fondo firmato da Paolo Nerozzi sulla prima pagina di Europa. L’Unità dedica l’apertura alla Fiat con un riferimento calcistico: “Secondo tempo”, mentre all’interno di sottolinea che è stata “sconfitta la linea di Sacconi”. La bocciatura che brucia di più però è quella di Antonio Polito, che gli dedica l’editoriale di prima pagina del Riformista: “Marchionne è parso impegnato sempre più in una battaglia ideologica vecchio stampo, del tipo ’spezziamo le reni al sindacato rosso’; se il manager lavorava fin dall’inizio per fare fallire l’operazione Panda a Pomigliano, si è comportato coerentemente. Ma siccome non era e non è così,  il suo comportamento è stato irrazionale”.

MARCHION-POTTER E’ SENZA BACCHETTA – Insomma, per la prima volta il manager dal tocco magico deve fare i conti con una maggioranza di critiche, invece che con gli elogi sperticati a cui erano abituati lui e la “sua” Fiat. E nelle proposte di “nazionalizzazione”, che pur venendo da destra riecheggiano quelle di Bertinotti, è impossibile non vedere anche una critica all’operato dello stesso Marchionne. Che oggi deve incassare anche qualche piccolo strale che arriva dalla Polonia, che per un breve periodo si era anche illusa di poter vedere la linea di produzione della Panda definitivamente spostata a Tychy, e adesso deve incassare e digerire la delusione. A spiegarlo all’agenzia Adnkronos è stata Wanda Strozyk, responsabile di Solidarnosc di Fiat Auto Poland. “Osserviamo con attenzione quello che succede in Italia e rispettiamo ogni decisione che prenderanno i colleghi di Pomigliano. Credo che la Fiat stia cercando di limitare i diritti dei lavoratori in Italia e che voglia fare altrettanto qui da noi, mettendoci gli uni contro gli altri. Ma Solidarnosc lo impedirà, noi stiamo cercando di difendere e allargare i nostri diritti qui e pensiamo che i colleghi italiani stiano facendo altrettanto”. Come se non bastasse, sempre ieri un centinaio di dipendenti dell’ex Alfa Romeo di Arese (Milano) ha bloccato l’ingresso dello stabilimento, mentre erano in corso i festeggiamenti per il centenario della storica casa automobilistica. A organizzare il presidio, preceduto da un corteo lungo viale Alfa Romeo, il sindacato Slai-Cobas, che ha anche impedito l’accesso a decine di auto d’epoca invitate per la cerimonia.


HAI VOLUTO LA BICICLETTA? – E anche sul fronte politico la situazione non è ottimale. Oltre alle grida della sinistra radicale, le critiche cominciano ad arrivare anche da fronti non pregiudizialmente ostili alla Fiat. Pierluigi Bersani ha chiesto alla Fiat di rispettare i patti: “Si era detto Panda a Pomigliano, e cosi deve essere”. “Noi abbiamo spinto per il sì e ha vinto; le percentuali non cambiano il risultato, noi invitiamo Fiat a mantenere gli impegni”, ha rincarato la dose Enrico Letta. “Certo le percentuali sono importanti politicamente; ma il risultato è valido, anche se il sì avesse vinto con il 51%. Noi invitiamo la Fiat a tenerne conto: alla vittoria del sì deve seguire l’investimento dell’azienda e il trasferimento dalla Polonia a Pomigliano”. Persino Matteo Colaninno è molto critico: “Posso supporre che l’atteggiamento ultimativo e, nei toni, oltremodo ruvidi tenuti da Marchionne in queste ultime ore, nonostante le tante e buone ragioni, non sarebbe risultato probabilmente spendibile di fronte all’opinione pubblica americana e all’amministrazione Obama”. E se anche il lato più “riformista” del PD comincia ad utilizzare toni del genere, significa che davvero qualcosa si è rotto. In più, anche nella maggioranza qualche voce dal sen fuggita ha cominciato a criticare l’atteggiamento di Fiat, specialmente dopo il responso del referendum. Ovviamente, tornando a toccare il tasto degli incentivi, la querelle che ha visto contrapporsi pesantemente qualche mese fa Marchionne e Sacconi. Insomma, oggi la Fiat si trova dall’altra parte della barricata, con tanti fronti aperti e nessuna soluzione di continuità. Pomigliano, Termini, Arese, Tychy: qualunque scelta effettui il Lingotto, ora è sotto l’occhio del ciclone. Dal punto di vista “politico” fino alle scelte industriali, Marchionne non può più sbagliare.


Giugno 2010

Giornalettismo


Wester: pronto al gran rientro in Ferrari?

Harald Wester, l’ingegnere capo del gruppo Fiat, braccio destro di Sergio Marchionne, sia a Torino sia a Detroit (Chrysler) per tutte le questioni tecniche legate allo sviluppo del prodotto, potrebbe avere un futuro ancora (e anche) a Maranello. Nel momento in cui l’attuale amministratore delegato della Ferrari, Amedeo Felisa, andra` in pensione, Wester potrebbe prenderne il posto. Per il tedesco (ora alla guida anche di Alfa, Abarth e Maserati) sarebbe un ritorno al Cavallino, visto che vi ha lavorato dal 1999 al 2002 come capo dello sviluppo prodotto. Il suo nome, comunque, resterebbe sempre tra quelli candidati a un upgrade in Fiat, quando e se Marchionne decidera` di mettere ordine alla societa` «spinoffate».

ilgiornale.it

Vediamo se si mette a fare le Ferrari con le sospensioni comfort poi.....e col bagagliaio grande.....................
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
cuoresportivo86
Inserito 8/8/2010 6:37 AM (#285506 - in reply to #285503)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9220
1.700,43 ore

500020002000100100

Taranto
sgatto - 8/8/2010 6:19 AM
Questo il piano

Entrano:
  • MiTo 5 porte - lancio nel 2013 con commercializzazione anche in USA, Canada e Messico
Fino al 2013......nel frattempo saranno uscite A1 cabrio e 5porte e la segmento B di BMW. Devono darsi una mossa o arrivano sempre tardi come al solito......Amesso che la facciano davvero (non dimentichiamoci che questi cambiano idea dal giorno alla notte)

sgatto - 8/8/2010 6:19 AM
  • Nuova Giulia berlina e SW - lancio nel 2012 (inizialmente si affiancheranno alla 159) con commercializzazione anche in USA, Canada, Messico. Sarà l'auto che segnerà il ritorno del marchio in America.
E ok (Amesso che vada in America, li non si va con la trazione anteriore e senza minimo minimo i V6)

sgatto - 8/8/2010 6:19 AM
  • Nuova Suv di segmento C - prodotta da Chrysler, lancio nel 2012 e commercializzata anche in USA, Canada e Messico
  • Nuova Suv di segmento D - prodotta da Chrysler, lancio nel 2014 e commercializzata anche in USA, Canada, Messico
Anche questi ammesso che li facciano...........e poi li consideri cosi importanti? Ci manca la segmento E che per alfa è importante tanto quanto le coupè e questi non fanno ne l'una ne l'altra? Bella gamma proprio........... Diventiamo piu generalisti di VW.........loro almeno hanno tutto...............


sgatto - 8/8/2010 6:19 AM
  • Nuova Spider - sviluppata su piattaforma Chrysler, lancio nel 2013 e commercializzata anche in USA, Canada e Messico
Quando la tocco con mano ci credo............

sgatto - 8/8/2010 6:19 AM
Restyling:
  • MiTo - restyling nel 2012
  • Giulietta - restyling nel 2014 anno in cui sarà commercializzata anche in USA, Canada, Messico
Mito andrebbe ritoccata già nel 2011, che son 3 anni che è a listino, dato che sta calando le vendite un po e si sente la necessità di novità anche per lei.

sgatto - 8/8/2010 6:19 AM
Escono:
  • Brera/Spider - termina produzione nel 2011
  • GT - termina produzione nel 2010
  • 159 - termina produzione nel 2012
Vanno via le piu alfa nel design, nel comportamento stradale, nelle adozioni delle sospensioni............per far posto a 2 SUV Wuao....che gamma..........

sgatto - 8/8/2010 6:19 AM
Quindi avremo questa gamma:
  • B - Mito 3 e 5 porte
  • C - Giulietta, SUV
  • D - Giulia, SUV
  • Sportive - Spider
ad oggi non è prevista una coupè. Che è l'unico tipo di auto "in meno" che avremo in gamma. Ed avremo una B 5 porte e due SUV in più. Il tutto venduto in un continente in più.

A occhio mi sembra meglio di prima.


Ripeto..............wuaooo..........che gamma Degna di una VW o di una Fiat
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31 32 33 34 35 36 37 38 39 40 41 42 43 44 45 46 47 48 49 50 51 52 53 54 55 56 57 58 59 60 61 62 63 64 65 66 67 68 69 70 71 72 73 74 75 76 77 78 79 80 81 82
Printer friendly version
E-mail a link to this thread
Jump to forum :

84453980 clicks e 5486446 sessioni dal 13/11/2005


Search | Articoli | Mappa | Stats | Utenti | Owner list | Webmail | Regole | HitParade | Forums | Calendars | Albums |

(Delete all cookies set by this site)
Torna su


Questo sito utilizza Google Analytics e supporta Firefox