Random quote: volere un'auto che sia allo stesso tempo veloce, con una buona tenuta, buona abitabilità, buon bagagliaio, comfortevole ecc. ecc. significa volere una 159 sportwagon.....
Sezione Mondo Alfa Romeo :: Forum "Fiat Notizie"

Topic: Accordo Fiat-Chrysler - [Discussione ufficiale]

Moderatori: Amministratori, Moderatori
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31
Lazza
Inserito 6/3/2009 3:11 PM (#193369 - in reply to #193362)


2.4 JTDM Q Owner
Grigio stromboli
"Mr. Lazza"
Utente del mese Ottobre 2007

Partecipazione ai raduni
Posts: 4754
1.621,97 ore

200020005001001002525

Verona

Brutto o bello, io con il Grand Voyager ho fatto qualche viaggio, e posso dire che è un mezzo davvero eccezionale.

Rimasi stupito specialmente durante un fine settimana in montagna; tralasciando l'ovvia comodità di "lanciare" gli sci nell'immenso portabagagli, la trazione e la tenuta su fondi innevati (senza gomme termiche) era impressionante

Album: ~ 159 Sportwagon 2.4JtdM Qtronic ~ 500 1.3mjt Lounge
marco1975
Inserito 6/3/2009 5:10 PM (#193388 - in reply to #179096)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3701
811,53 ore

20001000500100100

parigi / ginevra / cuneo

Ho approfittato del salone di Ginevra per guardare da vicino i prodotti Chrysler. Gli interni sono un po' plasticosi stile anni 80, ma l'estetica di un Dodge Nitro o di una Chrysler 300c (ancora meglio il concept 200c) o di una Jeep Wrangler Rubicon e' indiscutibilmente bella e "diversa" da cosa propone il mercato...

Forza Alfa

Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
KOKAL
Inserito 17/3/2009 3:51 PM (#196204 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Chrysler: "Il know-how Fiat vale 10 miliardi di dollari"


Accordo Fiat-Chrysler vale 10 miliardi di dollari


Dopo la sigla dell’accordo tra Fiat e Chrysler, molti si sono chiesti quanto fosse il suo valore “in soldoni”. Ebbene, secondo quanto affermato dal big boss di Chrysler Bob Nardelli, il know-how che Fiat concederà alla Casa di Detroit vale intorno ai 10 miliardi di dollari. In cambio, come già sappiamo, la Casa torinese riceverà il 35% delle azioni del costruttore americano.

Inoltre, con una e-mail indirizzata ai propri dipendenti, Nardelli ha definito “costruttivo” il confronto con la task force inviata dal Presidente USA Barack Obama per supervisionare il piano di ristrutturazione messo in piedi dalla società. Sempre secondo Nardelli, grazie agli aiuti del governo americano, Chrysler potrà continuare ad operare nel mercato come “Stand Alone”, vale a dire come azienda dipendente.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
KOKAL
Inserito 22/3/2009 12:37 PM (#197521 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Fiat: 35% del debito Chrysler? No grazie!

Il video rilasciato da Chrysler è stato chiaro: se il costruttore americano si alleerà con Fiat Group eil matrimonio avrà la benedizione del governo USA (attraverso lo stanziamento di nuovi aiuti economici), la casa italiana prenderà sulle sue spalle il 35% del debito con i contribuenti statunitensi; un fattore che dovrebbe determinare l’estinzione di quest’ultimo in tempi ancora più brevi.

Tuttavia la casa torinese non ci pensa minimamente a sobbarcarsi questo onere economico e afferma che quello con Chrysler è un “accordo in discussione (Fiat riceverà il 35% delle azioni Chrysler in cambio del suo know-how tecnologico) che non comporta alcuna assunzione daparte del gruppo Fiat del debito attuale o futuro della Casa americana”.

Alla base della questione c’è probabilmente un malinteso durante i colloqui fra le due case o un superficiale ragionamento di Chrysler: ha dedotto che per Fiat essere titolare del 35% dell’azienda (e dei suoi potenziali utili) equivale ad essere anche debitori al 35% nei confronti degli aiuti erogati dal governo USA alla casa americana.

Attendiamo quindi gli sviluppi della vicenda dopo quest’ennesimo colpo alla casa americana che si trova ad un passo dal fallimento nonché smontata nei suoi piani economici proprio dal partner in cui ripone maggiori speranze. Dal canto suo Fiat deve preoccuparsi dei recenti contraccolpi in Borsa e della scelta di tendere la mano ad un costruttore che sembra sempre più spacciato.




Fiat: Chrysler conferma, non dovra' assumere debiti casa americana
 (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Detroit, 20 mar - Chrysler 
conferma in una nota che se Fiat diventasse partner della
casa americana non dovra' comunque sostenerne i debiti.
"Come risultato potenziale dei colloqui in corso
sull'alleanza con Fiat - afferma Chrysler - Fiat
diventerebbe un azionista con gli stessi diritti e le stesse
responsabilita' di tutti gli altri soci in una societa'
ristrutturata. Per chiarire, questo non significa che Fiat
dovra' assumersi la responsabilita' dei debiti di Chrysler".


Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
KOKAL
Inserito 22/3/2009 12:42 PM (#197522 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Alleanza Fiat-Chrysler: ecco perchè funzionerà


Video

Il Congresso statunitense si appresta a prendere una decisionesull’erogazione di un nuovo prestito alla Chrysler. Quest’ultimo hadiramato un video “propagandistico” sul perché l’alleanza con Fiatfunzionerebbe e sarebbe un tassello fondamentale per il rilancio dellacasa. La situazione è tuttavia assai delicata dal momento che è propriol’eventuale partnership con la casa torinese a far storcere il naso amolti parlamentari USA: significherebbe regalare indirettamente il 35%( a tanto ammonta la quota Fiat di Chrysler) del prestito ad uncostruttore straniero.

Tuttavia nella clip rilasciata dalla stessa casa americana è propriouno speranzoso Bob Nardelli a spiegare perché quella con Fiat è una“partnership that works for America” (che è vantaggiosa per gli StatiUniti) . Il Ceo Chrysler afferma senza mezzi termini che “ci sonoalmeno quattro piattaforme, due motori e due trasmissioni attualmentein discussione. Se pensate a che cosa ci costerebbe sviluppare tuttoquesto, è chiaramente attorno agli 8-10 miliardi di dollari; senzacontare le opportunità che deriverebbero dalle sinergie negli acquistidei componenti e nella distribuzione”.

Inoltre, Nardelli non manca di ricordare che Fiat si assumerebbeanche il 35% del debito e che quindi quest’ultimo potrebbe essereestinto in tempi più brevi e (almeno così dice il video) nemmeno uncentesimo dei soldi dei contribuenti americani andrà nelle casse diFiat. Il boss della casa americana ribadisce inoltre come l’alleanzacon Fiat permetterà a Chrysler di saltare i 5/6 anni necessari per losviluppo di vetture più idonee alle future esigenze americane nonchéalle più restrittive norme antiinquinamento cafe (e qui Nardelli citaanche l’ultimo fiore all’occhiello della casa italiana: il Multiair). In più sarebbero preservati 5000 posti di lavoro: un fattore fondamentale per il Congresso.


uptade: il video che vi proponiamo è una rivisione fatta in unsecondo tempo dalla casa americana che ha provveduto, dopo la smentitadi Fiat, a tagliare il passaggio in cui veniva spiegato come ilcostruttore italiano sarebbe stato responsabile della restituzione deldebito al 35%. Non possiamo quindi proporvi per ovvi motivi la sequenzaincriminata che è stata ritirata insieme alla vecchia clip dalproprietario del video. Speriamo con questo aggiornamento di averchiarificato gli eventuali dubbi di alcuni lettori.



Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
KOKAL
Inserito 24/3/2009 11:14 AM (#197982 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Accordo Fiat-Chrysler: approfondimenti sui futuri frutti dell'alleanza

Nuova Fiat 500 - esterni

Sei nuovi modelli per Chrysler nel giro dei prossimi anni: questo prevede il ruolino di marcia messo a punto con Fiat per arrivare al risanamento dell’azienda. Praticamente tutte le novità per gli americani, si concentreranno nel basso di gamma, dove il gruppo di Auburn Hills è al giorno d’oggi completamente sguarnito.

Nel caso in cui l’alleanza tra Fiat e Chrysler dovesse consolidarsi, molto probabilmente alcuni degli stabilimenti del gruppo statunitense si convertiranno parzialmente alla produzione delle piccole italiane. Tre, essenzialmente saranno i modelli destinati alle linee USA; la 500, la MiTo e la prossima Milano. Queste auto prodotte in terra americana, saranno distribuite Oltreoceano dalla rete di vendita e assistenza Chrysler.

Per quanto riguarda invece i nuovi prodotti che Chrysler svilupperà partendo dalle basi tecniche e dal know-how di Torino, emergono ulteriori novità. Automotive News, ad esempio, menziona la possibilità che Jeep partorisca una piccola offroad sulla base della Fiat Panda 4×4 e che la Grande Punto possa fornire il suo pianale per la creazione di una inedita segmento C da commercializzare con il marchio Chrysler. E per Fiat?


Per Fiat sembra avvicinarsi la possibilità di sfruttare la tecnologia ENVI messa a punto dagli americani per le loro ibride ed elettriche, cosa che del resto anticipavamo già a fine gennaio. Ora rimane da vedere quali prodotti la sfrutteranno.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
sgatto
Inserito 24/3/2009 12:10 PM (#198016 - in reply to #197982)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,35 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
KOKAL - 24/3/2009 11:14 AM

molto probabilmente alcuni degli stabilimenti del gruppo statunitense si convertiranno parzialmente alla produzione delle piccole italiane. Tre, essenzialmente saranno i modelli destinati alle linee USA; la 500, la MiTo e la prossima Milano.

Per Fiat sembra avvicinarsi la possibilità di sfruttare la tecnologia ENVI messa a punto dagli americani per le loro ibride ed elettriche


due commenti:


- magari. anzi, MAGARI. mettere piede così pesantemente in USA significherebbe metterci presto anche l'altro. un modo molto esplicito per dire "non me ne andrò più". positivo, molto positivo, soprattutto per Alfa.


- MAGARI, anzi MMAAGGAARRII. una gammetta Fiat bicilindrico+elettrico metterebbe in ginocchio la toyota, altro che concorrenza... e in USA il concetto di epa-compatibile è fondamentale.


bene bene, tutto va nella giusta direzione mi pare. incomprensioni sui debiti a parte
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
emi159
Inserito 24/3/2009 1:03 PM (#198033 - in reply to #179096)


1.9 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"EPER umano"
Utente del mese Marzo 2007

Primo utente del mese 2008

Partecipazione ai raduni
Posts: 7312
2.058,88 ore

50002000100100100

Parma
Aggiungerei anche che entrare in america vuol dire fare un prodotto affidabile, perciò a meno che le alfa americane montino altra componentistica, finalmente avremmo delle vetture con molte meno grane.
Album: ~ secondo raduno "Terra dei motori" Bologna-Parma ~ Varano 1/2/2009 ~ desenzano 24/2/08 by emi159
KOKAL
Inserito 24/3/2009 2:03 PM (#198042 - in reply to #198033)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

emi159 - 24/3/2009 1:03 PM
Aggiungerei anche che entrare in america vuol dire fare un prodotto affidabile, perciò a meno che le alfa americane montino altra componentistica, finalmente avremmo delle vetture con molte meno grane.

Avranno Emi....avranno....non dimenticare che la componentistica è solo una parte del problema, il resto lo fanno le strutture e quelli che ci lavorano 

Mi fermo sennò andiamo OT.

Sicuramente negli USA la qualità dovrà essere impeccabile, altrimenti Fiat sarà dai consumatori statunitensi

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
sgatto
Inserito 24/3/2009 2:11 PM (#198048 - in reply to #198042)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,35 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
io non so perchè pensiate che le auto americane siano costruite così bene... a me risulta che, ammettendo che sono bravi ad assemblare, sono dei collage di pezzi di plastica uno vicino all'altro mossi da motori vecchiotti... nulla di più.
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
marco1975
Inserito 24/3/2009 2:12 PM (#198053 - in reply to #179096)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3701
811,53 ore

20001000500100100

parigi / ginevra / cuneo

Tutto molto interessante e incoraggiante... ma in un paese dove l'intermediate size vehicle corrisponde al nostro segmento D mi chiedo se non stiamo contando troppo su una gamma da "microbi" per il consumatore USA. Va bene che smette di comprare dei mostri da 6 metri di lunghezza e motori V8, ma da li' a comprare delle 500 e delle MiTo ce ne passa... senza dimenticare che per ora la Smart vende male negli USA...

Forza Alfa

Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
sgatto
Inserito 24/3/2009 2:19 PM (#198059 - in reply to #198053)


2.4 JTDM Owner
Nero oceano
Posts: 14246
5.613,35 ore

500050002000200010010025

Castelli romani
beh, a leggere gli articoli la smart sembra che non sia vista come "auto" ma come "giocattolo". una fiat 4 posti (o un'alfa 5 posti) che consuma la metà dei loro bestioni invece p vista come auto di sostanza (o una gran bella sportivetta)

io credo che l'america stia cambiando da questo punto di vista, anche alla luce dei problemi occupazionali che hanno. i suv otto cilindri si estingueranno... e pure in fretta
Album: ~ Alfa del passato e del presente ~ Secondo raduno abruzzese 17-28 09 2011 ~ Stranezze
Lazza
Inserito 24/3/2009 4:12 PM (#198093 - in reply to #198059)


2.4 JTDM Q Owner
Grigio stromboli
"Mr. Lazza"
Utente del mese Ottobre 2007

Partecipazione ai raduni
Posts: 4754
1.621,97 ore

200020005001001002525

Verona

sgatto - 24/3/2009 2:19 PM
beh, a leggere gli articoli la smart sembra che non sia vista come "auto" ma come "giocattolo". una fiat 4 posti (o un'alfa 5 posti) che consuma la metà dei loro bestioni invece p vista come auto di sostanza (o una gran bella sportivetta)

Quando vai negli States, una BMW serie 5 o una Mercedes classe E sembrano piccole auto.

Solo le serie 7 e classe S si addicono al panorama...

L'unica è giocare sullo charme, la bellezza, la sportività esotica abbinati ai bassi consumi, e sperare che i "nostri piccoli oggetti" divengano di moda, un po' come è stato per quel rutto della Prius.

E poi, una base Bravo per produrre un'auto che costi poco (come ce ne sono a milioni in USA, ma bruttissime, anonime da lower class) ma che sia anche bella potrebbe avere tanto successo: spesso in America economico significa anche brutto

Album: ~ 159 Sportwagon 2.4JtdM Qtronic ~ 500 1.3mjt Lounge
Alpha
Inserito 24/3/2009 4:17 PM (#198094 - in reply to #198093)


Moderatore
1.9 JTDM Owner
Grigio stromboli
"Divoratore professionista"
Utente del mese Gennaio 2010

Posts: 2736
3.055,37 ore

200050010010025

Somewhere nearby the Eternal City...
Lazza - 24/3/2009 4:12 PM

cut... un po' come è stato per quel rutto della Prius. ...cut




Edited by Alpha 24/3/2009 4:18 PM
Album: ~ Installazione Xenon aftermarket ~ Installazione Cruise Control - D001 non cablato ~ La Braciolata di Luglio 2010
emi159
Inserito 24/3/2009 10:06 PM (#198171 - in reply to #198048)


1.9 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"EPER umano"
Utente del mese Marzo 2007

Primo utente del mese 2008

Partecipazione ai raduni
Posts: 7312
2.058,88 ore

50002000100100100

Parma
sgatto - 24/3/2009 2:11 PM
io non so perchè pensiate che le auto americane siano costruite così bene... a me risulta che, ammettendo che sono bravi ad assemblare, sono dei collage di pezzi di plastica uno vicino all'altro mossi da motori vecchiotti... nulla di più.


Io Leonardo non dico che sono costruite bene, ma che sono affidabili, gli americani badano al sodo, i loro interni fanno letteralmente schifo con delle plasticacce, ma durano, i loro bruttissimi devio luci li può smanettare un bambino con un gelato in mano che non fanno neanche una piega, il loro riscaldamento fa freddo se sei al minimo in arizona con fuori 50 gradi e caldo in Alaska con meno 20.
Album: ~ secondo raduno "Terra dei motori" Bologna-Parma ~ Varano 1/2/2009 ~ desenzano 24/2/08 by emi159
papo
Inserito 24/3/2009 11:44 PM (#198209 - in reply to #198053)


"manifesto monopolizzatore"
Brera 1750 Tbi Owner
Rosso Alfa
[ex: 2.4 JTDM
Grigio titanio]

Utente del mese Settembre 2007

Utente del mese Ottobre 2009

Partecipazione al raduno di AsiagoPartecipazione a raduni ufficialiPartecipazione al raduno di MontecchioPartecipazione ai raduni
Posts: 9107
2.238,02 ore

500020002000100

Novara
marco1975 - 24/3/2009 2:12 PM

... senza dimenticare che per ora la Smart vende male negli USA..


...per forza....non ci stanno dentro.....
KOKAL
Inserito 30/3/2009 9:27 AM (#199545 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Chrysler-Fiat: 30 giorni per l'accordo

CHRYSLER - Accordo con Fiat entro un mese o liquidazione. I responsabili dell’amministrazione statunitense, secondo la stampa americana, ritengono che la Chrysler non può funzionare come una compagnia indipendente nella situazione attuale. La Casa Bianca avrebbe quindi dato alla Chrysler trenta giorni di tempo per completare l'accordo con la Fiat mettendo sul piatto 6 miliardi di dollari se le due compagnie troveranno l'intesa prima della scadenza. La proposta di alleanza fra le due società prevede che la Fiat rilevi il 35% di Chrysler in cambio dell'accesso alla propria tecnologia. Entro un mese, inoltre, Chrysler dovrà raggiungere accordi per tagliare ulteriormente il proprio debito.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
Alpha
Inserito 30/3/2009 10:01 AM (#199555 - in reply to #179096)


Moderatore
1.9 JTDM Owner
Grigio stromboli
"Divoratore professionista"
Utente del mese Gennaio 2010

Posts: 2736
3.055,37 ore

200050010010025

Somewhere nearby the Eternal City...
Si stanno decidendo? Sarebbe ora. Del resto, anche loro hanno molto da guadagnare da questo accordo, almeno sul piano tecnologico...
Album: ~ Installazione Xenon aftermarket ~ Installazione Cruise Control - D001 non cablato ~ La Braciolata di Luglio 2010
KOKAL
Inserito 30/3/2009 10:07 AM (#199556 - in reply to #199555)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Alpha - 30/3/2009 10:01 AM
Si stanno decidendo? Sarebbe ora. Del resto, anche loro hanno molto da guadagnare da questo accordo, almeno sul piano tecnologico...

La vera notizia è che l'amministrazione Usa ha praticamente legato all'accordo con Fiat l'unica ipotesi alternativa al fallimento di Chrysler e ne ha dettato anche la tempistica massima: 30 gg.

Precedentemente invece si erano levate più voci riguardo il parere negativo di più di un politico Usa all'accordo con il Lingotto.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
Alpha
Inserito 30/3/2009 10:12 AM (#199559 - in reply to #179096)


Moderatore
1.9 JTDM Owner
Grigio stromboli
"Divoratore professionista"
Utente del mese Gennaio 2010

Posts: 2736
3.055,37 ore

200050010010025

Somewhere nearby the Eternal City...
Verissimo. Forse anche ai piani alti hanno capito che, al di là delle questioni di campanilismo, questa è l'ultima possibilità di salvare posti (tanti) di lavoro... e voti...
Album: ~ Installazione Xenon aftermarket ~ Installazione Cruise Control - D001 non cablato ~ La Braciolata di Luglio 2010
Alpha
Inserito 30/3/2009 11:55 AM (#199571 - in reply to #179096)


Moderatore
1.9 JTDM Owner
Grigio stromboli
"Divoratore professionista"
Utente del mese Gennaio 2010

Posts: 2736
3.055,37 ore

200050010010025

Somewhere nearby the Eternal City...
Hanno dato il benservito a Wagoner. Pare che se Nardelli ha ancora la sedia sotto al sia proprio per via della proposta di alleanza con Fiat.

Adesso mi domando chi era stato a mettere in giro le voci di una presunta ostilità del Congresso verso la Fiat e se tali voci fossero vere (e quindi il vento è cambiato) o se invece non fosse tutta una fandonia...
Album: ~ Installazione Xenon aftermarket ~ Installazione Cruise Control - D001 non cablato ~ La Braciolata di Luglio 2010
KOKAL
Inserito 30/3/2009 12:06 PM (#199575 - in reply to #199571)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Alpha - 30/3/2009 11:55 AM

Adesso mi domando chi era stato a mettere in giro le voci di una presunta ostilità del Congresso verso la Fiat e se tali voci fossero vere (e quindi il vento è cambiato) o se invece non fosse tutta una fandonia...

Personalmente lessi la cosa sia sul corriere.it che su autoblog.it ed i giornalisti citavano dichiarazioni di qualche senatore USA.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
KOKAL
Inserito 30/3/2009 9:10 PM (#199694 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Pronta a costruire Nuove auto a basso consumo di carburante e motori qui in America»

Obama: per Chrysler la salvezza
può arrivare dalla tecnologia Fiat

Il presidente Usa: «Fiat è pronta a trasferire la sua tecnologia di punta alla Chrysler»


WASHINGTON USA - Un giudizio lusinghiero nel giorno in cui ha respinto i piani di salvataggio dei colossi dell'auto di Detroit.Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha individuato senzaesitazioni nella Fiat l'unica possibile ancora di salvezza per laChrysler, elogiando i prodotti e il management della casaautomobilistica torinese. «Recentemente - spiega il presidente -Chrysler ha cercato e trovato un potenziale partner, la compagniaautomobilistica internazionale Fiat, dove l'attuale management èriuscito ad imprimere una svolta impressionante» alla società,riportandola in prima linea nel settore. Obama ha ricordato che «Fiat èpronta a trasferire la sua tecnologia di punta alla Chrysler e, dopoaver lavorato in stretta collaborazione con il mio team, si è impegnataa costruire nuove auto a basso consumo di carburante e motori qui inAmerica». L'inquilino della Casa Bianca ha aggiunto che «abbiamo ancheraggiunto un accordo in modo da garantire che la Chrysler rimborserà icontribuenti per tutti i nuovi investimenti che saranno stati fattiprima che la Fiat venga autorizzata a prendere una quota di maggioranzanella Chrysler».

L'ACCORDO - Ma cosa prevedel'accordo tra Chrysler e Fiat? La lettera di intenti non vincolanteresa nota lo scorso 20 gennaio prevede un’alleanza strategica globaletra Fiat, Chrysler e Cerberus Capital Management (l'azionista dimaggioranza della casa americana) grazie alla quale il Lingotto avràinizialmente il 35% del capitale della casa automobilistica americana afronte del conferimento di prodotti, piattaforme e tecnologie senzanessun esborso in denaro. L'alleanza, che dovrebbe rappresentare «unelemento chiave» del piano di ristrutturazione di Chrysler, potràconsentire alla società americana l`accesso a piattaforme competitiveper veicoli a basso consumo, motori, trasmissioni e componenti chesaranno prodotti negli stabilimenti Chrysler. Fiat fornirà a Chrysleraccesso alla propria rete di distribuzione in paesi di importanzafondamentale per la crescita, oltre a significative opportunità dicontenimento dei costi. Nel dettaglio la società italiana offriràinoltre servizi di management a Chrysler. L'alleanza potrà permettereinoltre al Gruppo Fiat e a Chrysler di trarre beneficio dallerispettive reti commerciali e industriali e dai rispettivi fornitoriglobali. La proposta di alleanza, secondo le due società, «è coerentecon i termini e le condizioni del finanziamento concesso daldipartimento del Tesoro americano alla Chrysler». In base a questocontratto di finanziamento, ognuno degli stakeholders di Chrysler(finanziatori, dipendenti, sindacato UAW, dealers, fornitori e ChryslerFinancial) dovrà contribuire agli interventi messi in atto da Chryslerper il proprio risanamento. Quanto ai termini, in base all'intesaraggiunta Fiat contribuirà all'alleanza con attività strategiche, trale quali: condivisione di prodotti e piattaforme, inclusi quellidestinati ai veicoli dei segmenti city e compatti, per ampliarel`attuale gamma dei prodotti di Chrysler; condivisione di tecnologie,comprese quelle relative a motori ecologici ed a basso consumo; accessoa nuovi mercati, compresa la distribuzione di veicoli Chrysler in paesial di fuori del Nord America. Come corrispettivo Fiat riceverà unaquota iniziale del 35% del capitale di Chrysler, con un opzione persalire al 55% e quindi al controllo della società. Non sono previstiper Fiat alcun esborso di cassa verso Chrysler né impegni a finanziareChrysler in futuro.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
Alpha
Inserito 31/3/2009 9:52 AM (#199777 - in reply to #179096)


Moderatore
1.9 JTDM Owner
Grigio stromboli
"Divoratore professionista"
Utente del mese Gennaio 2010

Posts: 2736
3.055,37 ore

200050010010025

Somewhere nearby the Eternal City...

Fiat-Chrysler: accordo fatto
E arrivano 6 miliardi di dollari

di VINCENZO BORGOMEO

IlpresidenteObama gli aveva dato 30 giorni, ma alla Chrysler sonobastate3 ore epoco dopo il discorso del numero uno della Casa Bianca èarrivatol'annuncio ufficiale: "Fiat e Chrysler hanno raggiuntounaccordo sullastruttura di un'alleanza globale che ha il sostegnodelTesoro Usa".Queste le parole del Ceo di Chrysler, Bob Nardelli, chedifronte allaprospettiva di perdere sei miliardi di dollari si èmossocome un fulmine.

Peril colosso Usa non sitratta però di sottomissione. E subito daDetroithanno fatto sapere che"Chrysler con l'alleanza con Fiatrafforza il suomodello di business ela capacità del gruppo Chryslerdi creare epreservare posti di lavoronegli Usa". In ogni casol'accordoChrysler-Fiat è la prima grandevittoria per il presidenteObama che dopoaver chiesto (e ottenuto) latesta di Wagoner, AD GeneralMotors, e aver lanciato una coraggiosapolitica di controllosull'operato dellecase automobilistiche (storicae memorabile l'affermazione "La crisidell'auto negli Usa è unfallimento delle leadership da Washington aDetroit") ora vede unagrande azienda Usa seguire, velocemente, le sueindicazioni.

Nonmancano però, come ha spiegato lo stesso Nardelli, "notevoliostacolidasuperare". Il riferimento va al fatto che questoclamorosoannuncioavvenuto a velocità record è un accordo basato sullarevisionedelprecedente accordo non vincolante siglato fra Fiat eChrysler."Sebbenericonosciamo le difficoltà - spiega però l'Ad delcolosso Usa- noi ciimpegniamo a lavorare a stretto contatto con Fiat,il governoamericano,il dipartimento del tesoro Usa e la task force, alfine diassicurare ilsostegno degli azionisti necessari".

Nelcomunicato ufficialepoi il presidente di Chrysler racconta che"Fiatrafforzerà la capacitàdi Chrysler di creare e conservare postidi lavoronegli Stati Uniti;darà ai consumatori americani più scelteperl'acquisto di veicoliavanzati che rispettino l'ambiente; forniràaiconcessionari più di queiprodotti di cui necessitano per operareconsuccesso; aiuterà astabilizzare la base dei fornitori; epermetterà aChrysler direstituire più presto i prestiti governativi".

Nardelliinpratica precisa con chiarezza un aspettofondamentaledell'interavicenda: i 6 miliardi non sono un regalo ma unprestito. Unprestito, vadetto, che non ha riguardato solo i soldi:Obama stavoltaci ha messo lasua faccia e la sua possente immagine. "Secomprate unavettura Chryslero Gm - ha spiegato il presidente Usa -continuerete aricevere i servizicome sempre. Le garanzie saranno alsicuro, infattisaranno più alsicuro che mai perchè a partire da oggi ilgovernoamericano sarà dietrole vostre garanzie". Più di così...

ElaFiat? Sergio Marchionne ringrazia "pubblicamente il PresidenteObamaanome di tutto il management del Gruppo Fiat per leparolediapprezzamento che ha avuto nei confronti del lavoro fattonegliultimicinque anni e per il suo incoraggiamento a finalizzareunasolidaalleanza tra Chrysler e Fiat". "Siamo fermamente convinti -haspiegatol'Ad Fiat - che le tecnologie ecologiche e le piattaformepervetturemedio-piccole sviluppate da Fiat giocheranno unruolofondamentale nelricostruire uno stretto rapporto tra i marchidelGruppo Chrysler e iconsumatori americani". Perl'amministratoredelegato della Fiatl'alleanza " riuscirà ad accelerarein modosignificativo gli sforziper produrre veicoli a basso consumo,portandoquindi ad un più rapidorimborso dei fondi pubblici messi adisposizionedella societàamericana". "I colloqui con la Task Force delPresidenteObama -conclude Marchionne - sono stati serrati ma leali.Siamoconvinti dipoter conseguire un risultato che, assegnando lagiustapriorità allarestituzione dei fondi dei contribuenti, darà unfuturocredibile aquesto settore industriale che è cruciale perl'economia.Siamo davverofelici che Fiat possa giocare un ruolo chiavein questoimportantesforzo".

Cosasuccederà ora? Il mix di prodotto possibile dall'intreccio diChrysler eFiat (gigantesche monovolume e maxi fuoristrada da unaparte, city car esportive dall'altra)è un'incredibile gamma diprodotti che spazierebbedalla Jeep GrandCherokee alla 500, dallaFerrari 599 GTB alla GrandVoyager. E lestrategie possibili fra lagigantesca rete commerciale diChrysler chesolo negli Usa conta 3300concessionarie e quella delGruppo italiano da500 punti vendita inItalia potrebbe dare origine aqualcosa di mai vistonel mondodell'auto.

E'già statoannunciato lo sbarco della Fiat 500 e dell'Alfa MitonegliUsa, così comel'utilizzo dei motori del Gruppo Fiat nelleautoelettriche Chrysler diprossima generazione che li userannoperestendere l'autonomia dellenormali batterie. Ma grandi beneficisonoattesi dai possibili risparmicon i fornitori e dalle economie discalasulla componentistica. D'altraparte già il vecchio matrimonioFiat-GMfece intravedere quali vantaggipuò avere una singola marca: ilcolossodi Detroit - allora carente dimotori diesel - riuscì a lanciareunalunga serie di modelli con ilfantastico MultiJet Fiat, mentre lamarcadel Lingotto in poco temporiuscì a ridare un'ammiraglia allaFiatgrazie al Pianaleamericano. Fu solo un assaggio, però, perché poiilmatrimonio siinterruppe. Ma stavolta invece ci sono tutte lepremesseperché l'unionesia più stabile. Se non altro per la garanziadiqualcuno davvero moltopotente: il governo degli Stati Unitid'America.
Album: ~ Installazione Xenon aftermarket ~ Installazione Cruise Control - D001 non cablato ~ La Braciolata di Luglio 2010
KOKAL
Inserito 31/3/2009 10:07 AM (#199779 - in reply to #199777)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,52 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)
Alpha - 31/3/2009 9:52 AM

Fiat-Chrysler: accordo fatto

AGGIORNAMENTO: Chrysler ha rilasciato una versione corretta del comunicato, in cui puntualizza come con Fiat esista a tutt’oggi solo l’intesa di massima riguardo la struttura della prossima alleanza. Ancora nulla di ufficiale è stato sancito definitivamente.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31
Printer friendly version
E-mail a link to this thread
Jump to forum :

90307737 clicks e 5884012 sessioni dal 13/11/2005


Search | Articoli | Mappa | Stats | Utenti | Owner list | Webmail | Regole | HitParade | Forums | Calendars | Albums |

(Delete all cookies set by this site)
Torna su


Questo sito utilizza Google Analytics e supporta Firefox