Random quote: A questo punto decido che se devo essere sodomizzato con il Sabbione, tanto vale farmelo fare dai miei conterranei (Dannatio, sul passagio da A6 a 159)
- (Added by: sgatto)
Sezione Mondo Alfa Romeo :: Forum "Fiat Notizie"

Topic: Accordo Fiat-Chrysler - [Discussione ufficiale]

Moderatori: Amministratori, Moderatori
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31
KOKAL
Inserito 12/4/2011 3:04 PM (#338335 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,85 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

marchionne lo aveva già preannunciato

Fiat sale dal 25% al 30% di Chrysler

Il Lingotto: raggiunto il secondo degli step previsti dall'accordo con la casa di Detroit

MILANO - Come reso noto dal suo amministratore delegato Sergio Marchionne, la Fiat è salita dal 25 al 30% delle quote azionarie di Chrysler. Lo annuncia il Lingotto, in una nota nella quale precisa che è stato raggiunto il secondo degli step previsti dall'accordo con la casa di Detroit.

PROSSIMO PASSO - Lunedì nel corso di un evento riguardante il marchio Jeep che si era tenuto a Balocco, l'amministratore delagato della Fiat Sergio Marchionne aveva preannunciato che l'aumento al 30% era questione di pochissimo tempo: «Praticamente e' tutto fatto» erano state le sue parole. La prossima variazione prevista dagli accordi in Usa è la salita al 35% nella quota azionaria della casa americana.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
KOKAL
Inserito 19/4/2011 1:28 AM (#339612 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,85 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Marchionne: puntiamo all'Ipo di Chrysler nel 2011. Ferrari? Vale oltre 5 miliardi di euro


Fiat punta ancora alla quotazione in Borsa di Chrysler per quest'anno, ma resta da vedere se le condizioni del mercato saranno «favorevoli». Lo ha detto l'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne in un'intervista all'agenzia Bloomberg, spiegando che riguardo all'Ipo «se quest'anno ci saranno le condizioni di mercato, allora coglierei questa opportunità».

Le prossime tappe verso il 51% di Fiat in Chrysler
Marchionne ha aggiunto che «Fiat non intende monetizzare la propria posizione. Non ha interesse a uscire, ma è intenzionata a mettere soldi in Chrysler per esercitare l'opzione» per salire al 51% in Chrysler dopo aver rimborsato i prestiti ricevuti dai governi di Stati Uniti e Canada.
Marchionne ha poi ripercorso le tappe previste da Fiat per quest'anno, in relazione all'incremento della partecipazione nella controllata Usa. La società, che attualmente possiede il 30% di Chrysler, conta di rimborsare entro fine giugno i debiti verso il Governo americano e canadese, con la possibilità quindi di esercitare la call e incrementare del 16% la quota in Chrysler, mentre la realizzazione del terzo performance event (la macchina che fa 40 miglia a gallone) per salire dell'ultimo 5% dovrebbe realizzarsi nel quarto trimestre. Se tale tempistica sarà rispettata, Fiat a fine anno arriverà al 51% di Chrysler. Stando alle stime di JPMorgan Chase, per Fiat esercitare l'opzione potrebbe costare 1,14 miliardi di dollari.


Tra le priorità di Marchionne c'è ora anche quella di focalizzarsi di più sulle sue attività in Europa: «Il fatto che ci siamo impegnati nel caso Chrysler ci ha fatto concentrare meno sull'Europa - ha spiegato l'ad di Fiat - ma abbiamo dovuto farlo perchè dovevamo assicurarci di aver stabilito tutte le connessioni tra Fiat e Chrysler».


La Ferrari vale oltre 5 miliardi
A proposito di Ipo, Marchionne ha anche parlato di Ferrari, affermando che non è stato ancora deciso quando quotarla in Borsa. Marchionne ritiene che possa valere «oltre 5 miliardi di euro», circa 2 miliardi di euro più di quanto stimano gli analisti e circa il 63% del valore di mercati di Fiat, pari a 8 miliardi di euro. «Ho sempre considerato sacro il marchio Ferrari e i marchi sacri sono particolari. So che posso quotare Ferrari in qualsiasi momento, ma per ora non c'è niente sul mio tavolo», ha aggiunto Marchionne. «È difficile - ha poi detto - dare una valutazione di un marchio sacro come Ferrari. Ci sono giorni in cui penso che valga oltre 5 miliardi di euro».



Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
geppito
Inserito 21/4/2011 2:36 PM (#340064 - in reply to #339612)


Amministratore
1.9 JTDM Owner
Grigio Titanio
Utente del mese Luglio 2011

Posts: 10659
8.351,65 ore

500050005001002525

POTENZA

la Repubblica
21 - 0 4 - 2 0 1 1

Marchionne, sfida sull'ex Bertone
"Troppe cause, meglio l'America"
L'ad del Lingotto: in Chrysler saremo più forti

PAOLO GRISERI

TORINO — Soddisfatto per i conti della trimestrale, preoccupato per lo scontro con i sindacati alla ex Bertone (fino a minacciare il trasferimento all'estero dellaproduzione), fiducioso nella possibilità di centrare l'obiettivo del 51 per cento di Chrysler entro la fine del 2011.

Sergio Marchionne si presenta così agli analisti al termine del cda che ha approvato i conti del primo trimestre. Per la prima uscita pubblica della nuova Fiat dopo lo spin off si concede il vezzo di una citazione musicale: «Steady as she goes», insieme con lei, brano di un gruppo di Detroit.

Per andare «con lei», cioè con la Chrysler, la strada è ancora lunga. Marchionne confessa agli analisti che «sarebbe soddisfacente raggiungere il 51 per cento», ma aggiunge che la Fiat ha anche un'opzione «sul 6 per cento» che in quel caso rimarrebbe al Tesoro americano. Così a fine anno Fiat potrebbe salire

anche al 57 per cento a Detroit magari sperando in una plusvalenza quando la quotazione in borsa farà salire il valore del titolo. Conferma anche che «entro fine anno», Torino riuscirà ad assembleare in Usa l'auto ecologica in grado di far ottenere a Marchionne l'ultimo pacchetto del 5 percento di azioni derivanti dallo scambio tecnologico.

Naturalmente tutto è legato al successo della trattativa attualmente in corso con le banche per rifinanziare il debito con Obama e acquistare il 16 per cento di azioni necessarie a conquistare la maggioranza della società. Ma la liquidità non sembra la principale preoccupazione dell'ad né al di qua né al di là dell'Atlantico. In Italia i conti vanno bene e la quotazione di Ferrari, che molti ipotizzavano imminente per far cassa,«è una possibilità che ci teniamo» ma «al momento non abbiamo la necessità di liquidi».
[...]

L'articolo, per la parte che riguarda la ex-Bertone, continua qui...



Edited by geppito 21/4/2011 2:40 PM
Album: ~ 159 e Brera - specifiche e informazioni ~ My 159 1/24 - Work in progress ~ 159 1.9 JTDm 150cv Distinctive Grigio Titanio
KOKAL
Inserito 21/4/2011 3:45 PM (#340078 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,85 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Fiat sale al 46% in Chrysler. Time incorona Sergio


Fiat non accenna a diminuire il ritmo della scalata a Chrysler, e si porta al 46% delle azioni del gruppo di Detroit. Il Lingotto ha raggiunto un accordo con il partener americano e gli altri soci per esercitare l’opzione che spetta alla casa di Torino per mettere le mani su nuove fette di Chrysler. La mossa consente all’amministratore delegato Sergio Marchionne di acquisire un altro 16% delle azioni societarie, a fronte del 30% già posseduto.

DEBITO -
In base all’accordo, Fiat eserciterà per intero la possibilità di incrementare la quota nella casa di Detroit subordinatamente e contestualmente al completamento da parte di Chrysler, nel secondo trimestre del 2011, di una operazione di rifinanziamento nell’ambito della quale il debito della casa Usa verso i Governi statunitense e canadese sarà integralmente rimborsato. A conclusione dell’operazione, la partecipazione del Lingotto in Chrysler aumenterà di un ulteriore 16 per cento. Il prezzo complessivo per l’esercizio della call option sarà di 1.268 milioni di dollari.

“TAPPA STORICA” - “L’operazione che annunciamo oggi segna una tappa storica per Fiat e Chrysler ed è per noi motivo di grande soddisfazione ed orgoglio. Insieme a Chrysler, Fiat darà vita ad un gruppo automobilistico più forte, con una gamma completa di prodotti, presente su tutti i mercati del mondo e capace di competere con chiunque”. Così il presidente della Fiat, John Elkann, commenta l’accordo con il colosso americano. “Nel corso degli ultimi anni Fiat e Chrysler hanno saputo lavorare fianco a fianco, con impegno e rispetto reciproco. Grazie al contributo di tutte le persone che lavorano con noi e con il pieno sostegno mio e della mia famiglia, questo spirito di collaborazione diventerà da oggi ancora più forte, per creare automobili belle, divertenti, sicure e rispettose dell’ambiente”.


MARCHIONNE NELLA CLASSIFICHE ‘TIME’ - In una giornata significativa per Fiat è arrivato anche un importante riconoscimente per l’ad del gruppo, Sergio Marchionne, piazzato dal settimanale Time tra le 100 persone più influenti al mondo: la sua posizione è la numero 51. Ad incoronarlo sono stati gli stessi lettori del settimanale: Marchionne è il primo italiano (e canadese) ad entrare nella classifica da quando, nel 1999, è stata istituita.


LE MOTIVAZIONI – “Senza Sergio Marchionne, la terza casa automobilistica americana quasi sicuramente oggi non esisterebbe. La sua visione su quello che l’alleanza Chrysler-Fiat avrebbe potuto raggiungere, il suo successo con la casa automobilistica italiana e la sua illimitata energia sono stati elementi critici nella decisione di Obama di due anni fa per tenere Chrysler in vita utilizzando i soldi dei contribuenti”, ha spiegato Steven Rattner, l’ex numero uno della task force per la ristrutturazione di Detroit, che per Time ha illustrato le motivazioni del settimanale nella scelta di Marchionne. “Sempre in maglione nero”, Marchionne in Chrylser “ha simbolicamente spostato l’ufficio dell’amministratore delegato dall’isolamento dell’edificio dei manager al quarto piano di quello degli ingegneri, gomito a gomito con i suoi manager. Ha rivisto la stanca linea di prodotti Chrysler. Anche se il verdetto finale su Chrysler deve ancora essere pronunciato, i segnali iniziali sono promettenti. La società ha raggiunto nel 2010 l’utile operativo. E i tanto amati modelli di Marchionne hanno incassato revisioni positive”.



Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
marco1975
Inserito 21/4/2011 3:58 PM (#340079 - in reply to #179096)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3701
811,58 ore

20001000500100100

parigi / ginevra / cuneo
E vai ... la Fiat sta infine diventando una vera multinazionale ... l'unica ditta italiana (a parte forse l'Eni) a esserlo veramente.
Gli italiani dovrebbero esserne fieri... 6 anni fa era spacciata.
Ma al solito la maggioranza degli italiani tornera' allo sport nazionale, lo spalare m*rd@ ...
Alfa 159 FOREVER


Edited by marco1975 21/4/2011 3:59 PM
Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
cuoresportivo86
Inserito 24/4/2011 3:05 PM (#340521 - in reply to #340079)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9223
1.700,67 ore

500020002000100100

Taranto
marco1975 - 21/4/2011 3:58 PM
E vai ... la Fiat sta infine diventando una vera multinazionale ... l'unica ditta italiana (a parte forse l'Eni) a esserlo veramente.
Gli italiani dovrebbero esserne fieri... 6 anni fa era spacciata.
Ma al solito la maggioranza degli italiani tornera' allo sport nazionale, lo spalare m*rd@ ...
Alfa 159 FOREVER


Be io vorrei vedere un'Alfa Romeo con una gamma dignitosa però prima, non vorrei che le cure siano rivolte al 90% in America e niente qui da noi............
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
KOKAL
Inserito 28/4/2011 4:02 PM (#341240 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,85 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Fiat-Chrysler: i prestiti pubblici saranno presto restituiti


Sergio Marchionne, ad Fiat, schiaccia l’acceleratore per l’acquisizione della maggioranza in Chrysler: arriva l’annuncio ufficiale relativo all’inizio delle operazioni per rifinanziare i 7,5 miliardi di dollari di debito (circa 5,1 miliardi di euro) verso i governi americani e canadesi. Secondo gli analisti 1,2 miliardi verranno dalla cassa Fiat, 6,3 saranno restituiti invece attraverso loan (somma di denaro della quale è concesso l’uso per un determinato periodo di tempo, al termine del quale tale somma dovrà essere restituita al prestatore unitamente al costo dell’operazione, solitamente corrisposto sotto forma di interesse).

Il termine dell’operazione potrebbe essere annunciato già il 2 maggio insieme ai risultati commerciali del brand americano relativi al primi trimestre 2011. Il beneficio maggiore derivante dall’operazione sarà per Fiat una minore spesa per pagare gli interessi sui prestiti governativi (circa 3 milioni di dollari al giorno); sarà inoltre possibile per il Lingotto fare un grosso passo avanti verso la maggioranza in Chrysler: il risarcimento dei debiti al governo canadese e quello statunitense è una tappa fondamentale per prendere il pieno controllo a Detroit.

Vi ricordiamo che Fiat potrebbe salire al 46% già entro giugno ed arrivare entro fine anno al 51%. L’ulteriore 5% verrà raggiunto “gratuitamente” qualora venga raggiunto il terzo obiettivo industriale siglato con gli americani: la produzione in USA di una vettura capace di viaggiare per 64 kilometri con 3.8 litri di benzina (quasi 17 km con un litro).



Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
KOKAL
Inserito 2/5/2011 4:25 PM (#341832 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,85 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Chrysler: primo utile netto trimestrale dopo la bancarotta controllata


Chrysler ha annunciato oggi di aver messo a segno nel primo trimestre 2011 il suo primo utile netto da giugno 2009, quando l’azienda riprese regolarmente l’attività dopo l’uscita dalla bancarotta controllata. Il risultato utile è stato di 116 milioni di dollari, laddove l’anno scorso nello stesso periodo le perdite avevano raggiunto i 197 milioni.

Anche i dati sull’utile operativo, passato dai 143 milioni del primo trimestre 2010 ai 477 milioni attuali, sono in netto miglioramento. E il discorso è valido anche per i ricavi, che sono cresciuti del 35% in un anno, passando da 9,7 a 13,1 miliardi di dollari. Al 31 marzo, la liquidità di Chrysler ammontava a 9,9 miliardi, anch’essa in crescita dai 7,4 del 31 dicembre 2010.

Queste le parole di Sergio Marchionne: “Le performance del primo trimestre mostrano che la nostra gamma ringiovanita sta riscuotendo successo sul mercato. Questi risultati sono la testimonianza del duro lavoro e dell’abnegazione dei nostri dipendenti, fornitori e concessionari, che hanno aiutato Chrysler a creare una nuova cultura aziendale costruita sulla qualità e su semplici e solidi principi di management. Ora restiamo concentrati per offrire grandi prodotti ai nostri clienti e raggiungere i target fissati nel business plan 2010-2014?.



Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
Schizoid Man
Inserito 2/5/2011 4:45 PM (#341833 - in reply to #341832)


Amministratore
2.0 JTDM SW Owner
Bianco Ghiaccio
[ex 1.9 JTDM SW Owner
Grigio stromboli (2)
Nero carbonio
Grigio Titanio]
"L'euristico"
Utente del mese Novembre 2006

Posts: 9939
4.913,10 ore

50002000200050010010010010025

London

come già sostenni in passato, la Rivoluzione Marchionne è una rivoluzione di Management.

Così come in Fiat, ora in Chrysler ha preso in mano organizzazioni vecchie e statiche e le ha trasformate in strutture giovani e reattive.

Marchionne è un fenomeno di emergency management e ristrutturazione...

Poi quando sarà il momento di parlare di prodotto... forse zio Sergio dovrebbe fare un passo indietro...

Album: ~ 159 2.0 JTDm Bianco Ghiaccio - Allestimento Super ~ Essener Motorshow ~ La seconda 159
marco1975
Inserito 2/5/2011 5:12 PM (#341834 - in reply to #341833)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3701
811,58 ore

20001000500100100

parigi / ginevra / cuneo
Schizoid Man - 2/5/2011 4:45 PM

come già sostenni in passato, la Rivoluzione Marchionne è una rivoluzione di Management.

Così come in Fiat, ora in Chrysler ha preso in mano organizzazioni vecchie e statiche e le ha trasformate in strutture giovani e reattive.

Marchionne è un fenomeno di emergency management e ristrutturazione...

Poi quando sarà il momento di parlare di prodotto... forse zio Sergio dovrebbe fare un passo indietro...



Sono d'accordo - Marchionne dovrebbe restare sulla dimensione strategica (una volta ingoiata la Chrysler, magari prendere un costruttore giapponese in difficolta' per avere una presenza decente in Asia) mentre Wester dovrebbe prendere il controllo della politica prodotto del gruppo Fiat.
Alfa 159 FOREVER
Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
Schizoid Man
Inserito 2/5/2011 5:31 PM (#341839 - in reply to #341834)


Amministratore
2.0 JTDM SW Owner
Bianco Ghiaccio
[ex 1.9 JTDM SW Owner
Grigio stromboli (2)
Nero carbonio
Grigio Titanio]
"L'euristico"
Utente del mese Novembre 2006

Posts: 9939
4.913,10 ore

50002000200050010010010010025

London

marco1975 - 02/05/2011 17:12
Schizoid Man - 2/5/2011 4:45 PM

come già sostenni in passato, la Rivoluzione Marchionne è una rivoluzione di Management.

Così come in Fiat, ora in Chrysler ha preso in mano organizzazioni vecchie e statiche e le ha trasformate in strutture giovani e reattive.

Marchionne è un fenomeno di emergency management e ristrutturazione...

Poi quando sarà il momento di parlare di prodotto... forse zio Sergio dovrebbe fare un passo indietro...



Sono d'accordo - Marchionne dovrebbe restare sulla dimensione strategica (una volta ingoiata la Chrysler, magari prendere un costruttore giapponese in difficolta' per avere una presenza decente in Asia) mentre Wester dovrebbe prendere il controllo della politica prodotto del gruppo Fiat.
Alfa 159 FOREVER

secondo me wester dovrebbe andare in CNH... a fare test...

Album: ~ 159 2.0 JTDm Bianco Ghiaccio - Allestimento Super ~ Essener Motorshow ~ La seconda 159
marco1975
Inserito 2/5/2011 6:10 PM (#341847 - in reply to #341839)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3701
811,58 ore

20001000500100100

parigi / ginevra / cuneo

Ma allora chi ci vedi a gestire il piano prodotti ? Ralph Gilles ? Sistino ?
Alfa 159 FOREVER


Edited by marco1975 2/5/2011 6:11 PM
Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
Schizoid Man
Inserito 2/5/2011 6:37 PM (#341859 - in reply to #341847)


Amministratore
2.0 JTDM SW Owner
Bianco Ghiaccio
[ex 1.9 JTDM SW Owner
Grigio stromboli (2)
Nero carbonio
Grigio Titanio]
"L'euristico"
Utente del mese Novembre 2006

Posts: 9939
4.913,10 ore

50002000200050010010010010025

London

marco1975 - 02/05/2011 18:10

Ma allora chi ci vedi a gestire il piano prodotti ? Ralph Gilles ? Sistino ?
Alfa 159 FOREVER

un mckinseyiano che sappia segmentare decentemente il mercato e sappia capire di cosa c'è bisogno anzichè un tecnico che vede che cosa c'è in casa e ci costruisce attorno la gamma cercando di imporla al mercato. Il modello technology push (o economy push) direi che è fuori tempo e fuori mercato...

Album: ~ 159 2.0 JTDm Bianco Ghiaccio - Allestimento Super ~ Essener Motorshow ~ La seconda 159
marco1975
Inserito 2/5/2011 6:45 PM (#341865 - in reply to #179096)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3701
811,58 ore

20001000500100100

parigi / ginevra / cuneo
Hmm non c'e' dubbio che urgono i SUV piccoli, medi, medio-grandi e grandi, anche in versione 4x2 (orrore, ma la gente li compra al posto dei monovolumi). Ormai tira solo piu' questo sul mercato. Basta vedere le vendite di quei bidoni di Juke e Mini Countryman (mini obesa) da un lato, e i grossi X6, Q7, Lexus ecc dall'altro.
E' gia' un miracolo che Marchionne ci lascia sostituire la 159 con una berlina/SW... non sono sicuro che il McKinsey-iano avrebbe approvato...
Alfa 159 FOREVER
Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
urbi
Inserito 2/5/2011 7:49 PM (#341885 - in reply to #341859)


1.9 JTDM SW Owner
Partecipazione ai raduni
Posts: 1163
672,98 ore

10001002525

Perugia
Schizoid Man - 2/5/2011 6:37 PM

marco1975 - 02/05/2011 18:10

Ma allora chi ci vedi a gestire il piano prodotti ? Ralph Gilles ? Sistino ?
Alfa 159 FOREVER

un mckinseyiano che sappia segmentare decentemente il mercato e sappia capire di cosa c'è bisogno anzichè un tecnico che vede che cosa c'è in casa e ci costruisce attorno la gamma cercando di imporla al mercato. Il modello technology push (o economy push) direi che è fuori tempo e fuori mercato...


Per capire di cosa ha bisogno il mercato si usano indagini statistiche (quelle che chiamano indagini di mercato) ed a leggerle ci arriva anche il tecnico in compenso il tecnico può capire come costruire inorno a quello che c'è in casa un qualcosa che incontri i gusti del mercato.
Schizoid Man
Inserito 2/5/2011 10:37 PM (#341920 - in reply to #341885)


Amministratore
2.0 JTDM SW Owner
Bianco Ghiaccio
[ex 1.9 JTDM SW Owner
Grigio stromboli (2)
Nero carbonio
Grigio Titanio]
"L'euristico"
Utente del mese Novembre 2006

Posts: 9939
4.913,10 ore

50002000200050010010010010025

London

urbi - 02/05/2011 19:49
Schizoid Man - 2/5/2011 6:37 PM

marco1975 - 02/05/2011 18:10

Ma allora chi ci vedi a gestire il piano prodotti ? Ralph Gilles ? Sistino ?
Alfa 159 FOREVER

un mckinseyiano che sappia segmentare decentemente il mercato e sappia capire di cosa c'è bisogno anzichè un tecnico che vede che cosa c'è in casa e ci costruisce attorno la gamma cercando di imporla al mercato. Il modello technology push (o economy push) direi che è fuori tempo e fuori mercato...


Per capire di cosa ha bisogno il mercato si usano indagini statistiche (quelle che chiamano indagini di mercato) ed a leggerle ci arriva anche il tecnico in compenso il tecnico può capire come costruire inorno a quello che c'è in casa un qualcosa che incontri i gusti del mercato.

 

permettimi di dissentire categoricamente... trasformare il "dato" in "decisione" è una delle cose più complesse che ci sono nella gestione strategica di un'azienda. Se fosse come dici tu, chiunque potrebbe fare l'head of product development... e così non è.

Mi sorprende questo commento venga da parte tua, poi, primo detrattore del nuovo corso AR, dato in mano appunto ad un tecnico (Wester)

Album: ~ 159 2.0 JTDm Bianco Ghiaccio - Allestimento Super ~ Essener Motorshow ~ La seconda 159
marco1975
Inserito 3/5/2011 12:32 PM (#341975 - in reply to #179096)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3701
811,58 ore

20001000500100100

parigi / ginevra / cuneo
Mi chiedo fino a che punto la direzione del gruppo equilibri le pressioni finanziarie (per esempio non andare sotto il milione di auto per pianale) con quelle del mercato (SUV in tutti i segmenti, ma anche SW segmento C, monovolumi compatti, grandi berline con look coupe' tipo A5).
IMHO i "tecnici" per ora subiscono la battaglie tra le correnti "finanziarie" e quelle piu' "filo-mercato". I tecnici preparano da anni progetti che in buona parte sono accantonati perche' il prodotto non sembra essere qualificato per un livello di vendite finanziariamente accettabile. La lista e' lunga : Kamal, 147 Q4, prima versione della 149, 159 Crosswagon, GT cabrio ... oltre ovviamente alle Bravo SW, Bravo monovolume, segmento D Lancia (la Croma berlina), Pangea (Sedici versione Lancia) ecc.
Alfa 159 FOREVER
Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
urbi
Inserito 3/5/2011 6:02 PM (#342065 - in reply to #341920)


1.9 JTDM SW Owner
Partecipazione ai raduni
Posts: 1163
672,98 ore

10001002525

Perugia
Schizoid Man - 2/5/2011 10:37 PM

urbi - 02/05/2011 19:49
Schizoid Man - 2/5/2011 6:37 PM

marco1975 - 02/05/2011 18:10

Ma allora chi ci vedi a gestire il piano prodotti ? Ralph Gilles ? Sistino ?
Alfa 159 FOREVER

un mckinseyiano che sappia segmentare decentemente il mercato e sappia capire di cosa c'è bisogno anzichè un tecnico che vede che cosa c'è in casa e ci costruisce attorno la gamma cercando di imporla al mercato. Il modello technology push (o economy push) direi che è fuori tempo e fuori mercato...


Per capire di cosa ha bisogno il mercato si usano indagini statistiche (quelle che chiamano indagini di mercato) ed a leggerle ci arriva anche il tecnico in compenso il tecnico può capire come costruire inorno a quello che c'è in casa un qualcosa che incontri i gusti del mercato.

 

permettimi di dissentire categoricamente... trasformare il "dato" in "decisione" è una delle cose più complesse che ci sono nella gestione strategica di un'azienda. Se fosse come dici tu, chiunque potrebbe fare l'head of product development... e così non è.

Mi sorprende questo commento venga da parte tua, poi, primo detrattore del nuovo corso AR, dato in mano appunto ad un tecnico (Wester)

Perche secondo te è lui a decidere cosa produrre? dai non scherzare, in fiat comanda uno solo quello è poco piu di un passacarte.

psss quei dati io li facevo, forse il mio gatto non ci arriva ad interpretarli ma una persona normale si

simo166
Inserito 4/5/2011 7:29 AM (#342169 - in reply to #341975)

3.2 JTS Owner
Nero carbonio
Posts: 449
300,77 ore

10010010010025

Poggiridenti (SO)

marco1975 - 3/5/2011 12:32 PM
Mi chiedo fino a che punto la direzione del gruppo equilibri le pressioni finanziarie (per esempio non andare sotto il milione di auto per pianale) con quelle del mercato (SUV in tutti i segmenti, ma anche SW segmento C, monovolumi compatti, grandi berline con look coupe' tipo A5).
IMHO i "tecnici" per ora subiscono la battaglie tra le correnti "finanziarie" e quelle piu' "filo-mercato". I tecnici preparano da anni progetti che in buona parte sono accantonati perche' il prodotto non sembra essere qualificato per un livello di vendite finanziariamente accettabile. La lista e' lunga : Kamal, 147 Q4, prima versione della 149, 159 Crosswagon, GT cabrio ... oltre ovviamente alle Bravo SW, Bravo monovolume, segmento D Lancia (la Croma berlina), Pangea (Sedici versione Lancia) ecc.
Alfa 159 FOREVER

E non dimentichiamoci le versioni sportive tipo 156 GTAm a trazione integrale, 166 e 159 GTA che erano già a un buon punto come sviluppo ma che poi non sono mai state prodotte!!

marco1975
Inserito 4/5/2011 11:38 AM (#342215 - in reply to #179096)


Tutor
2.4 JTDM SW Q4 Owner
Nero carbonio
Utente del mese Agosto 2010

Posts: 3701
811,58 ore

20001000500100100

parigi / ginevra / cuneo
Giusto - ho visto ad Arese il prototipo della 156 GTA con il V6 3,5 litri 270cv e soprattutto 4 ruote motrici... snif... la perfetta arma anti-Audi RS4.
Alfa 159 FOREVER
Album: ~ dedra integrale 1991 grigio quartz - interni alcantara blu ~ Retromobile 2014 Parigi ~ 159 2.4 JTDm Q4 Nero Carbonio - Interni pelle beige
cuoresportivo86
Inserito 7/5/2011 7:00 PM (#342895 - in reply to #341833)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9223
1.700,67 ore

500020002000100100

Taranto
Schizoid Man - 2/5/2011 4:45 PM
Marchionne è un fenomeno di emergency management e ristrutturazione...

Poi quando sarà il momento di parlare di prodotto... forse zio Sergio dovrebbe fare un passo indietro...



Esattamente quello che ho sempre detto, sui prodotti non è lui il miglior "uomo"
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
Schizoid Man
Inserito 8/5/2011 1:08 PM (#342966 - in reply to #342895)


Amministratore
2.0 JTDM SW Owner
Bianco Ghiaccio
[ex 1.9 JTDM SW Owner
Grigio stromboli (2)
Nero carbonio
Grigio Titanio]
"L'euristico"
Utente del mese Novembre 2006

Posts: 9939
4.913,10 ore

50002000200050010010010010025

London

cuoresportivo86 - 07/05/2011 19:00
Schizoid Man - 2/5/2011 4:45 PM
Marchionne è un fenomeno di emergency management e ristrutturazione...

Poi quando sarà il momento di parlare di prodotto... forse zio Sergio dovrebbe fare un passo indietro...



Esattamente quello che ho sempre detto, sui prodotti non è lui il miglior "uomo"

no.

Tu hai sempre detto che non capisce un cazzo e basta.

Inoltre, visti i tuoi interventi, credo tu non possa nemmeno esprimerti sul prodotto, perchè non faresti di meglio...

Album: ~ 159 2.0 JTDm Bianco Ghiaccio - Allestimento Super ~ Essener Motorshow ~ La seconda 159
SportKnight
Inserito 8/5/2011 2:57 PM (#342993 - in reply to #179096)


1.9 JTDM SW Owner
Nero carbonio
Utente del mese Dicembre 2010

Utente del mese Novembre 2014

Posts: 5487
1.782,58 ore

5000100100100100252525

Matera
marchionne con tanti prodotti di cui sopra non centra una mazza,questi problemi ci sono sempre stati e non dipendono da chi comanda ma da quanti soldi ci sono...
fortunatamente coon marchionne qualcosa sul versante soldi si sta muovendo e quindi probabilmente dopo l'acquisizione di crysler quando le casse saranno ppiene riusciremo a vedere qualcosa di buuono anche da questa parte!!
Album: ~ il book fotografico di SportKnight - Pantera e non solo!! ~ Primo Incontro Sacco(Sa) Campania
cuoresportivo86
Inserito 8/5/2011 3:12 PM (#342998 - in reply to #342966)


1.9 JTDM Owner
Grigio titanio
Posts: 9223
1.700,67 ore

500020002000100100

Taranto
Schizoid Man - 8/5/2011 1:08 PM

Tu hai sempre detto che non capisce un cazzo e basta.



E' vero, ho anche detto quello perchè ci furono quei bei tempi dove ogni giorno ne sparava una peggio dell'altra (vedi "alfa è una rottura di balle", "è una palla al piede", chiudo li, non faccio quella coupè ecc ecc), cioè dichiarava che Alfa faceva cagare ai microfoni dei saloni d'auto e con Giulietta appena presentata, direi una mossa geniale, quindi sai i nervi poi ti fanno generalizzare coi commenti sicuramente, ma è lui a cercarsele. Se leggevi in giro, in qualunque forum non trovavi di meglio come commenti Ma se rileggi altri commenti miei, tante volte ho detto che lui è bravo coi conti, oppure dicevo che è un economo ma non un uomo di prodotto, che le auto deve lasciarle fare a qualcun'altro. Ricordati bene............


Schizoid Man - 8/5/2011 1:08 PM

Inoltre, visti i tuoi interventi, credo tu non possa nemmeno esprimerti sul prodotto, perchè non faresti di meglio...



Ma questo è un tuo pensiero e rimane tale, io sui prodotti dico quello che credo, che poi puo essere sbagliato per te ci puo pure stare, ma non è detto che lo sia in assoluto. Tutti modesti qua eh......
Album: ~ Salone di Ginevra 2009 - Alfa Romeo 159 - Brera e MiTo GTA concept
KOKAL
Inserito 10/5/2011 3:32 PM (#343360 - in reply to #179096)


Moderatore
2.4 JTDM SW Q Owner
Nero pastello
"rapido come una mangusta"

Utente del mese Maggio 2008
Partecipazione ai raduni

Posts: 12588
4.671,85 ore

500050002000500252525

Chiavari (GE)

Così Fiat può salire al 70% di Chrysler

Il dato emerge dalla documentazione inviata dalla casa automobilistica di Detroit alla Sec, la società di controllo sulla Borsa Usa


Se ne parla da tanto, ma ora è ufficiale: Fiat può salire oltre il 70% in Chrysler. Il dato emerge dalla documentazione inviata dalla casa automobilistica di Detroit alla Sec, la società di controllo sulla Borsa Usa.

Dal documento si evince infatti che la Fiat può rilevare la restante quota di Chrysler nelle mani del Tesoro Usa nei 12 mesi successivi al rimborso dei prestiti governativi. Fiat ha già annunciato un accordo per salire al 46% di Chrysler dall'attuale 30% entro giugno. Il Tesoro americano possiede l'8,6% di Chrysler e Fiat può aggiudicarsi un ulteriore 5% con il lancio di un'auto Chrysler a basso impatto ambientale.

Fiat possiede inoltre un'opzione per rilevare una quota pari all'8% dal fondo della Uaw, il sindacato Usa dei metalmeccanici, esercitabile dal primo luglio del 2012 al 31 dicembre del 2016. Nella documentazione trasmessa alla Sec, viene inoltre ricordato che Fiat potrà nominare la maggioranza del board Chrysler e che è necessario almeno un voto favorevole del Lingotto su decisioni rilevanti come la vendita o il passaggio di asset, investimenti e spese superiori a 250 milioni di dollari.

Album: ~ La Pantera ~ Incontro Emilia - Lunigiana e dintorni 14-11-2010 ~ II° Raduno Ligure: 25-26/07/2010
Pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31
Printer friendly version
E-mail a link to this thread
Jump to forum :

92486877 clicks e 6023290 sessioni dal 13/11/2005


Search | Articoli | Mappa | Stats | Utenti | Owner list | Webmail | Regole | HitParade | Forums | Calendars | Albums |

(Delete all cookies set by this site)
Torna su


Questo sito utilizza Google Analytics e supporta Firefox